Home . Sostenibilita . Tendenze . Felici in otto mosse (e pochi minuti) con i riti dello sciamano

Felici in otto mosse (e pochi minuti) con i riti dello sciamano

Bastano pochi minuti per mettere in pratica le 'cerimonie' dello sciamano Angaangaq

TENDENZE
Felici in otto mosse (e pochi minuti) con i riti dello sciamano

(Fotolia)

La felicità? Si raggiunge in otto mosse, dal risveglio al momento di andare a dormire. Bastano pochi minuti, quelli che servono per mettere in pratica le 'cerimonie' che, secondo lo sciamano groenlandese Angaangaq Angakkorsuaq, ci aiuteranno a stare bene con noi stessi e a vivere in armonia con l’ambiente. Angakkorsuaq le ha raccolte in un libro ("La saggezza dello sciamano", Terra Nuova Edizioni, 2017), e siccome provare non costa niente, vediamo nel dettaglio quali sono queste otto mosse, a partire dalla Cerimonia del Risveglio.

La sveglia? Meglio sceglierne una dolce. Poi, prima di iniziare la giornata, il consiglio è di dedicare un momento a se stessi: guardare fuori dalla finestra, fare tre respiri profondi cercando di non farsi distrarre dai pensieri ma ascoltando come reagisce il corpo. Bastano tra i 5 e i 10 minuti per fare in modo che la mente e le emozioni siano in equilibrio e questo - assicura lo sciamano - aiuta a superare le sfide della giornata.

Per superare momenti di paura o dubbio, la cerimonia consigliata è quella dello 'Scuotimento Sciamanico' che aiuta a ripristinare l’equilibrio e a rimanere lucidi e concentrati. Si fa così: in piedi, tenere le gambe leggermente aperte con le ginocchia un po' piegate, chiudere gli occhi e scuotere un sonaglio (vanno bene anche un barattolo di latta o una bottiglia riempiti con sassi o piccoli oggetti rumorosi) lungo il corpo, dall’alto verso il basso, dal punto più alto della testa fino ai piedi. Poi, per alcuni minuti, sdraiarsi sulla schiena, rilassarsi con le gambe divaricate e i palmi delle mani rivolti verso l’alto: la mente si calmerà. Tempo consigliato, 15-20 minuti.

Cambiare prospettiva alla fine della giornata, soprattutto se è stata lunga e stressante: per farlo, il consiglio è di tenere sempre in tasca una manciata di sassolini (o biglie o piccoli oggetti); ogni volta che ci si sente bene per qualcosa che è successo, gratificati o felici, spostare un sassolino dalla tasca nell’altra e, a fine giornata, contare quanti ne abbiamo spostati. Un gesto semplice che aiuterà a ricordare i momenti belli e riviverli.

Prima di andare a dormire, prendiamoci 15 minuti per sederci in un posto tranquillo a fare il bilancio della giornata, scrivendo su un foglio di carta tre cose eseguite nel modo corretto e tre cose imparate durante la giornata. Questo rito aiuta a concludere bene la giornata e valorizzare le proprie azioni.

Qualunque momento è giusto (ma bisogna farlo almeno due volte al giorno) per abbracciarsi e liberarsi così dai pensieri opprimenti, dalle preoccupazioni e dal giudizio degli altri. Basta mettersi comodi, in piedi con le ginocchia rilassate, stendendo le braccia in avanti con i palmi delle mani rivolti verso l’alto, chiudere gli occhi e avvolgere le braccia intorno a sé. Sentire il proprio corpo: il calore della pelle quando le mani lo accarezzano, il battito del cuore, la gioia dell’abbraccio. Bastano 5 minuti.

Ogni volta che si vuole cambiare in positivo uno stato d’animo e allontanare pensieri negativi, la cerimonia suggerita è quella della 'Meditazione del Respiro'. Mettetevi in piedi con le gambe aperte e le mani lungo i fianchi, chiudete gli occhi, respirate lentamente e profondamente con il naso, riempire d’aria il torace. Mentre s’inspira, alzare le braccia e stenderle in orizzontale, con i palmi delle mani rivolti verso il basso, tenere le braccia rilassate e i gomiti leggermente piegati. Trattenere il respiro e buttare fuori con forza a bocca aperta, quando si espira abbassare le braccia. Ripetere l’esercizio finché il respiro non rallenta e si calma da solo. Continuare finché torna a essere normale e tranquillo.

Per affrontare le giornate con più leggerezza ogni momento è buono e bastano 10 minuti per il rito del 'Sorriso del Cuore': sedersi in un posto tranquillo e che ci fa stare bene, mettere una mano sul cuore e cercare di visualizzarlo immaginando di aprirlo come fosse un portone.

Infine, la Camminata in Natura: abiti e scarpe comode e via, uscite in mezzo alla natura camminando in silenzio, ascoltando suoni e rumori, annusando i fiori. L'obiettivo è di stimolare tutti i sensi e lasciarsi andare. Particolarmente adatto per chiarire sensazioni o domande, quindi ogni volta che ci assale un dubbio. Bastano 20 minuti (ma volte servono ore o perfino giorni).

Angaangaq (che porta il titolo Angakkorsuaq, ovvero 'Grande Sciamano') è anziano e guaritore tradizionale degli eschimesi Kalaallit della Groenlandia occidentale. Rappresentante dei popoli indigeni riconosciuto a livello internazionale, tiene conferenze, seminari e percorsi di formazione in tutto il mondo. Le sue attività sono sostenute da Icewisdom International Lcc, società internazionale la cui sede principale è in Florida, negli Stati Uniti, mentre in Europa è attiva la società gemella Icewisdom Germany, con sede a Monaco di Baviera.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI