Home . Sostenibilita . Tendenze . Legambiente lancia MaInn, libreria on line di materiali sostenibili per l'edilizia

Legambiente lancia MaInn, libreria on line di materiali sostenibili per l'edilizia

TENDENZE

Circa 2.689 euro. A tanto ammonta la spesa energetica di una famiglia. Di cui 521 euro per l’energia elettrica, 1.024 euro/anno per la produzione di acqua calda sanitaria, cucina e riscaldamento e 1.144 euro per la mobilità. Lo ricorda Legambiente lanciando MaInn, la libreria dei materiali innovativi e sostenibili, disponibile sul sito www.fonti-rinnovabili.it aggiornato nella grafica e ampliato nei contenuti. Uno strumento nato per diffondere sempre di più le conoscenze in tema di sostenibilità ambientale nel settore dell’edilizia.

La libreria MaInn propone materiali distinti in tre categorie, naturali e salubri, provenienti da riciclo e innovativi (ognuno accompagnato da una scheda tecnica), e nasce con il duplice obiettivo di raccontare i materiali innovativi offerti sul mercato e di offrire ai consumatori uno strumento in grado di orientare verso una scelta consapevole all’acquisto. Una guida pensata non solo per gli stakeholders del settore ma anche per le famiglie.

Ad oggi hanno aderito diverse aziende mettendo a disposizione informazioni dettagliate su 30 tipi diversi di materiali: dai laterizi in terracotta 100% rinnovabili ai materiali in canapa fino alle vernici naturali. Tutti materiali che non hanno solo il pregio di migliorare le prestazioni energetiche o di comfort abitativo delle strutture, ma anche quello di essere più sostenibili nel loro ciclo di vita rispetto ai materiali più tradizionali o grazie all’assenza di sostanze inquinanti.

"Da sempre Legambiente si batte per un’edilizia sostenibile, in grado non solo di contribuire alla lotta contro i cambiamenti climatici ma anche di portare benefici alla qualità di vita dei cittadini e stimolare la crescita economica nel settore edilizio ormai in crisi - osserva Katiusica Eroe, responsabile energia Legambiente - Grazie a MaInn i cittadini hanno oggi a disposizione uno strumento in grado di comprendere come sta procedendo l’innovazione del settore, proponendo soluzioni che permettono di trasformare un problema, come ad esempio i rifiuti derivati dalle demolizioni in una risorsa, attraverso una trasformazione in mattoni. Oppure materiali compositi che utilizzano materie naturali con prestazioni certificate attraverso il recupero di usi e competenze antiche. Queste innovazioni oggi sono a portata di mano ed esistono riferimenti e norme codificate per garantirne le prestazioni".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.