Home . Sostenibilita . World in Progress . Illuminazione 'smart', un mercato potenziale da 3,3 miliardi al 2020

Illuminazione 'smart', un mercato potenziale da 3,3 miliardi al 2020

Ricerca del Politecnico di Milano, farà risparmiare il 5% del consumo elettrico del 2015

WORLD IN PROGRESS
Illuminazione 'smart', un mercato potenziale da 3,3 miliardi al 2020

(foto Fotolia)

Lampade a led e soluzioni 'intelligenti' faranno risparmiare tra 4 anni il 5% del consumo elettrico registrato nel 2015, contribuendo per il 26% al raggiungimento degli obiettivi di efficientamento che l’Italia si è posta con il Pacchetto 20-20-20. Ma le cose potrebbero andare molto meglio. Lo rileva l’Efficient & Smart Lighting Report redatto dall’Energy&Strategy Group della School of Management del Politecnico di Milano, secondo il quale l'illuminazione 'smart' potrebbe rappresentare un mercato potenziale complessivo, al 2020, di oltre 3,3 miliardi di euro contro gli 1,6 miliardi di euro del mercato atteso (+106% rispetto al 2015).

Un gap che potrebbe essere colmato puntando su informazione e semplificazione. Secondo lo studio, anche solo considerando la diffusione di un'illuminazione efficiente e intelligente, quella effettivamente attesa per il 2020, è possibile calcolare un risparmio energetico totale pari a 10,8 TWh/anno nel 2020, cioè il 5% del consumo elettrico totale al 2015.

“L’illuminazione, nelle sue diverse accezioni, è responsabile ogni anno di oltre 32 TWh di consumi elettrici - spiega Vittorio Chiesa, direttore dell’Energy&Strategy Group - e tuttavia è ancora troppo bassa la sensibilità dei proprietari di impianti, in tutti i comparti, dal residenziale alla Pa, dall’industria al commercio, sulle potenzialità di efficientamento e soprattutto di utilizzo ‘smart’ delle illuminazioni. Una sensibilità ridotta che rischia di far perdere oltre 1,6 miliardi di mercato e che quindi è necessario affrontare”.

Per "efficient & smart lighting" si intende la somma di due componenti: illuminazione efficiente che attraverso i led garantisca minori consumi a parità di prestazioni, e illuminazione “smart” con soluzioni hardware e software in grado di controllare l’impiego delle sorgenti luminose, massimizzandone l’efficacia e l’efficienza. In base a queste due componenti, il mercato potenziale al 2020 può dividersi in 2.032 milioni di euro se si guarda solo alle sorgenti luminose led (+40% rispetto al mercato atteso) e in 1.335 milioni di euro (quindi con un boom del 580% rispetto all’atteso) se si considerano le soluzioni smart.

Complessivamente, nel corso del 2015, il mercato dell’efficient & smart lighting in Italia ha raggiunto un controvalore di oltre 1 miliardo di euro, con prospettive di sviluppo estremamente interessanti. Le sorgenti luminose led si sono assestate attorno ai 900 milioni di euro, dei quali circa 540 milioni in ambito residenziale (per un equivalente di oltre 40 milioni di lampade), circa 200 milioni nell’industriale/terziario e 170 milioni nella pubblica illuminazione.

A queste cifre vanno sommati 140 milioni di euro di soluzioni smart per l’illuminazione: 40 milioni nel residenziale/domestico, 35 milioni nell’industriale/terziario e ben 65 milioni nella pubblica illuminazione. A spartirsi questo mercato vi sono filiere industriali molto articolate e diversificate: a quella tradizionale della “illuminotecnica” si affiancano le Energy Service Companies.

Il mercato atteso al 2020 in ambito residenziale/domestico si stima possa raggiungere un valore complessivo compreso tra 770 e 810 milioni di euro (+45% rispetto al 2015). A quella data saranno oltre 400 milioni le sorgenti luminose led installate nelle abitazioni italiane, cui si aggiungono altri 20 milioni circa di apparecchi integrati led. In ambito industriale/terziario i valori in gioco saranno compresi tra i 350 e i 370 milioni di euro, con una crescita dell’80% rispetto al 2015.

Ma qual è il potenziale di mercato? Nel Rapporto si è provato a dare una risposta a questa domanda costruendo uno scenario in cui al 2020 le fonti luminose siano costituite al 100% da led in tutti i settori, mentre le soluzioni smart si attestino al 10% per le abitazioni residenziali, il terziario commerciale e la pubblica illuminazione, al 5% per l’industriale e al 15% per gli uffici.

Il mercato potenziale complessivo al 2020 costruito secondo questo scenario risulta pari a oltre 3,3 miliardi di euro, contro gli 1,6 miliardi di euro del mercato atteso (+106% sul 2015). Se si scompongono le due componenti dell’efficient & smart lighting si nota che l’incremento è pari a 2.032 milioni di euro (+40% rispetto all’atteso) per le sorgenti luminose a led e a 1.335 milioni (+580% rispetto all’atteso) per le soluzioni smart.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI