Home . Sostenibilita . World in Progress . Gomma per pneumatici da dente di leone, ok per centro ricerche in Germania

Gomma per pneumatici da dente di leone, ok per centro ricerche in Germania

WORLD IN PROGRESS
Gomma per pneumatici da dente di leone, ok per centro ricerche in Germania

La gomma per pneumatici ricavata dalle radici del dente di leone ottiene l’approvazione, da parte dell’amministrazione cittadina di Anklam, città del Meclemburgo-Pomerania Anteriore, in Germania dei piani per la realizzazione di un centro ricerche per il progetto Taraxagum di Continental. La proposta è stata approvata con ampio sostegno. I prossimi step consistono nell’acquisto, da parte di Continental, di circa 30.000 metri quadrati di terreno all’interno del parco industriale di Lilienthalring, a seguito dell’ottenimento del permesso per realizzare il primo edificio da parte del Comune. (Foto)

“Siamo molto grati al consiglio municipale per l’approvazione dei piani progettuali di lungo termine” commenta Burkhardt Köller, presidente del Management Board di Continental divisione pneumatici che aggiunge: "nei prossimi cinque anni investiremo 35 milioni di euro per esplorare ulteriormente i processi di produzione della gomma, attualmente consolidati su scala di laboratorio e per trasferirli su scala industriale, passando dai grammi ai chili e alle tonnellate".

"Rappresentando un reale rischio d’impresa, siamo lieti della disponibilità del Consiglio comunale di Anklam che ci ha concesso il terreno, già individuato in precedenza, alla somma simbolica di un euro” conclude Köller.

“Prevediamo di aumentare progressivamente il numero di dipendenti dedicati al sito del Taraxagum Lab di Anklam sino a quota 20 unità entro il 2021” aggiunge Andreas Topp, Responsabile Sviluppo Materiali e Processi e dell’Industrializzazione Pneumatici di Continental.

“Intendiamo al tempo stesso ampliare la superficie coltivata nella regione, passando da 15 a 800 ettari e incrementando la produzione agricola ad un livello misurabile in tonnellate. L’assunzione del nuovo responsabile di cantiere e del coordinatore agrario, entrambi scelti nell’area di Anklam, dimostra che qui ci sono condizioni perfette e non solo per la disponibilità dell’area coltivabile".

Secondo Topp, "con l’implementazione dei prossimi step del progetto, Continental e il comune di Anklam sono proiettati verso un brillante futuro di cooperazione all’insegna del Taraxagum Lab Anklam. Riteniamo anche che questo progetto continuerà a suscitare un vasto interesse pubblico, così come accaduto negli ultimi anni”.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI