Home . Sostenibilita . World in Progress . Acqua contro le radiazioni cosmiche, è la nuova 'armatura' spaziale

Acqua contro le radiazioni cosmiche, è la nuova 'armatura' spaziale

WORLD IN PROGRESS
Acqua contro le radiazioni cosmiche, è la nuova 'armatura' spaziale

Una tuta per astronauti che riesce a intercettare le radiazioni cosmiche tramite un filtro ad acqua. E' la best practice che Smat - Società Metropolitana Acque Torino porta nel primo censimento delle migliori pratiche nei Servizi Pubblici realizzato da Utilitalia.

Avviato nel 2016, il progetto Perseo - Personal Radiation Shielding For Interplanetary Missions è coordinato e finanziato dall’Asi e ha come obiettivo la realizzazione e il test di un sistema di radioprotezione personale, in forma di giacca, per mitigare gli effetti della radiazione cosmica. All'interno del progetto, che coinvolge anche altri partner, Smat si occupa della realizzazione delle sacche d'acqua, materiale dalle alte proprietà schermanti e sempre disponibile per gli astronauti, che compongono il sistema di schermatura dalla giacca.

"Noi siamo una società dell'acqua - spiega all'Adnkronos l'ad di Smat Paolo Romano - quindi abbiamo perfezionato questa tecnologia e pensiamo che possa avere anche uno sviluppo successivo non soltanto per gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale ma addirittura anche per i futuri astronauti che andranno su Marte o navigheranno nel cosmo. La tuta sarà vestita da Nespoli" nella prossima missione sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Durante questa missione verrà testata l'indossabilità della giacca e la velocità di riempimento e svuotamento delle sacche d'acqua che compongono il sistema di schermatura.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI