Home . Sostenibilita . World in Progress . Case in legno, Lombardia traina settore

Case in legno, Lombardia traina settore

WORLD IN PROGRESS
Case in legno, Lombardia traina settore

Tutela dell’ambiente, risparmio energetico e bio materiali. Cresce il mercato delle case in legno e la Lombardia traina il settore con il 20% delle abitazioni costruite in bioedilizia in Italia. E’ quanto emerge da una ricerca realizzata nel 2017 dal Centro studi Federlegno Arredo per Assolegno su dati del 2015, che ha analizzato l’attività di 248 imprese che si occupano soltanto di bioedilizia.

Dopo la Lombardia, al secondo posto per numero di abitazioni in legno c’è il Veneto (18%) e al terzo posto l'Emilia Romagna (15%). Un dato confermato anche da uno studio sulle richieste di mutui green, realizzato da Facile.it e Mutui.it, che vede la Lombardia e il Piemonte al secondo posto, con il 13% delle domande per finanziare l’acquisto o la costruzione di abitazioni in bioedilizia, precedute dal Veneto con il 26% delle domande. I dati sono stati elaborati da Lombardia Speciale, il progetto web della Regione Lombardia.

La Lombardia ha, inoltre, il maggior numero di imprese presenti sul territorio: 51 aziende pari al 21 per cento, seguita da Trentino Alto Adige (17%) e Veneto (15%). A livello di fatturato, il Trentino Alto Adige si posiziona al primo posto e rappresenta il 46 per cento del totale italiano, seguito dalla Lombardia (15%) e Veneto (9%).

Le aziende analizzate nell’indagine hanno costruito complessivamente 1.802 edifici di legno, di cui 1.562 di tipo residenziale e 240 non residenziale, mentre le abitazioni sono state 1.931 e hanno prodotto un fatturato di 410 milioni di euro. Il 90 per cento delle abitazioni sono rappresentate da case singole, seguite dalle sopraelevazioni (7%) e dalle palazzine (3%)".

Il settore in Italia è in crescita con un incremento del 9,9% rispetto al 2014, superando i 700 milioni di euro di fatturato. Rispetto agli altri Paesi europei, secondo i dati elaborati da Lombardia Speciale, il Bel Paese si posiziona al quarto posto dopo Germania, Regno Unito e Svezia.

Secondo l’indagine, infatti, oltre le 248 aziende che si occupano esclusivamente di bioedilizia si aggiungono anche le imprese di costruzioni tradizionali che diversificano la loro produzione, portando il numero complessivo degli edifici in legno, realizzati nel 201, a 3.200 e a 3.400 le abitazioni. Un settore in crescita anche grazie all’incremento delle esportazioni di edifici prefabbricati in legno, in particolare, in Germania (+278%), in Svizzera (+18%), in Croazia (11%) e in Francia (11%)", conclude la nota.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI