Home . Sport . Palestina eliminata e felice: "Che emozione la Coppa d'Asia"

Palestina eliminata e felice: "Che emozione la Coppa d'Asia"

SPORT
Palestina eliminata e felice: Che emozione la Coppa d'Asia

Una fase di Giappone-Palestina (foto Xinhua)

Eliminata e felice. La Palestina archivia la prima storica partecipazione alla Coppa d'Asia con 3 sconfitte e il morale alle stelle. "E' stata un'esperienza splendida", dice il ct Ahmed Al Hassan chiudendo l'avventura in Australia.

La selezione, che aveva conquistato la qualificazione aggiudicandosi la Challenge Cup contro Afghanistan e Filippine, nel torneo continentale non ha raccolto nemmeno un punto. Ha perso 4-0 contro il Giappone, 5-1 contro la Giordania e 2-0 contro l'Iraq. L'unica rete realizzata dalla squadra, e firmata da Jaka Hbaisha, è stata festeggiata come un trionfo nella finalissima.

"Sapevamo che avremmo giocato contro Nazionali molto più su, rispetto a noi, nel ranking Fifa. Abbiamo fatto esperienza, ci sarà molto utile in futuro", aggiunge il commissario tecnico, soddisfatto in particolare per la prestazione fornita contro l'Iraq nell'ultimo impegno. "Abbiamo giocato una gara diversa rispetto alle prime 2 e, infatti, è arrivato un risultato migliore rispetto a quelli che abbiamo ottenuto contro Giappone e Giordania. Credo che tutti i giocatori abbiano disputato un'ottima partita", evidenzia Al Hassan.

"E' importante vivere queste esperienze in un torneo di questo livello. Ora il bagaglio dei giocatori, dopo le 3 partite disputate in Australia, è decisamente più ricco. Le conseguenze positive si vedranno in futuro. Non dobbiamo dimenticare che questa era la prima partecipazione della Palestina ad una competizione di questo livello: quest'eliminazione rappresenta un punto di partenza per il calcio palestinese, non è certo l'arrivo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.