Home . Sport . Super Fognini stende Nadal, l'azzurro in finale a Rio

Super Fognini stende Nadal, l'azzurro in finale a Rio

SPORT
Super Fognini stende Nadal, l'azzurro in finale a Rio

Fabio Fognini (foto Infophoto)

Fabio Fognini stende Rafa Nadal e vola in finale nel torneo Atp di Rio de Janeiro (terra battuta, montepremi 1,41 milioni di dollari). L'azzurro, testa di serie numero 4, supera lo spagnolo in semifinale per 1-6, 6-2, 7-5 dopo una battaglia di 2h17'. Per il ligure, dopo 4 k.o. arriva la prima vittoria in carriera contro lo spagnolo, numero 3 del mondo e prima testa di serie del torneo carioca.

Fognini, che in finale sfiderà lo spagnolo David Ferrer (7-5, 6-1 all'austriaco Andreas Maurer-Haider), compie l'impresa con una splendida rimonta. Dopo aver perso malamente il primo set, l'azzurro si ritrova sotto 2-1 nel secondo parziale. A quel punto infila una striscia di 6 game approfittando di un calo del rivale e chiudendo la seconda frazione sul 6-2. L'italiano parte bene anche nel set decisivo, che si trasforma in un braccio di ferro fino al 6-5. Nadal perde colpi per un problema muscolare all'adduttore, Fognini sfrutta la chance e fa calare il sipario al terzo match point: il rovescio di Nadal viene frenato dal nastro, Fognini piazza il colpo del k.o. con un tocco incrociato.

Fognini in carriera vanta tre titoli Atp (Amburgo e Stoccarda nel 2013 e Vina del Mar el 2014), tutti sulla terra rossa. Quella in Brasile sarà la sua nona finale. Per il tennis azzurro maschile si profila la terza finale consecutiva in singolare nelle ultime settimane dopo quelle perse da Andreas Seppi a Zagabria contro lo spagnolo Guillermo Garcia-Lopez (7-6, 6-3) e da Luca Vanni contro Pablo Cuevas a San Paolo.

L'exploit di Fognini, inoltre, costringe il 28enne maiorchino a incassare la la 25esima sconfitta in carriera sulla terra rossa, la superficie sulla quale è stato capace di conquistare nove volte il titolo al Roland Garros. In passato solo un tennista italiano aveva battuto Nadal: Seppi nel 2008 a Rotterdam, ma in quell’occasione si giocava sul veloce indoor.

L'Italtennis, a Rio, può sognare la doppietta. Sara Errani, infatti, è in finale nel torneo femminile dopo il 7-5, 6-3 rifilato in semifinale alla svedese Johanna Larsson. La romagnola, numero 1 del seeding, non dovrebbe avere troppi problemi contro la slovacca Anna Schmiedlova, 20 anni, numero 75 Wta e sesta testa di serie.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI