Home . Sport . Ferrari: "C'è da lavorare ma abbiamo il doppio dei punti rispetto al 2014"

Ferrari: "C'è da lavorare ma abbiamo il doppio dei punti rispetto al 2014"

SPORT
Ferrari: C'è da lavorare ma abbiamo il doppio dei punti rispetto al 2014

Maurizio Arrivabene

Team Principal Ferrari (Infophoto)

"A un anno di distanza, la Ferrari ha il doppio dei punti che aveva in Spagna 2014. Qualcosa vorrà pur dire". Lo puntualizza la Ferrari, sul suo sito web, all'indomani della deludente prova del Gp di Spagna dove Sebastian Vettel ha chiuso terzo e Kimi Raikkonen quinto ma con ritardi pesanti dalle Mercedes.

La scuderia di Maranello sottolinea anche di non essere soddisfatta della prova catalana e che c'è ancora tanto lavoro da fare: "Si arrabbia Sebastian che urla nell’interfonico la sua frustrazione per le bandiere blu che non spuntano in pista, che non gli permettono di superare agevolmente i doppiati. E di far fruttare una strategia coraggiosa, due sole soste con una maratona finale sulle gomme dure. Si arrabbia Kimi per lo stesso motivo, ma con linguaggio più pittoresco. Si arrabbia la Scuderia per un risultato che non rispetta le aspettative, per una gara che per la prima metà fa sorridere e sperare ma nella seconda rivela che di lavoro da fare ce n’è ancora, e tanto".

"Perché se non sorridi dopo cinque arrivi a podio su cinque Gran Premi disputati, significa che hai l’atteggiamento giusto -aggiunge la Ferrari-. Quello di chi non si accontenta. Barcellona doveva dare una risposta sugli sviluppi aerodinamici, quelli studiati a tavolino da mesi: e la risposta è che gli sviluppi li fanno tutti e che altri hanno fatto un buon lavoro".

La scuderia conclude affermando che tornerà presto al lavoro per colmare il gap dalle Mercedes: "Nei prossimi giorni, dai locali luminosi della nuova Ges, ascoltando bene si percepirà un ronzio tutto particolare. Quello di centinaia di cervelli che lavorano all’unisono per capire, ognuno nel proprio ruolo, che cosa e dove si può e si deve migliorare. Il fatto importante è che i cervelli lavorano sempre assieme, in fabbrica. E che in pista i piloti lottano – che partenze magnifiche per Sebastian, passato subito secondo, e per Kimi che recupera due posizioni in un giro – e i meccanici sfornano cambi gomme precisi e martellanti".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.