Home . Sport . Minisini bis ai Mondiali di sincro, bronzo in coppia con la Perrupato

Minisini bis ai Mondiali di sincro, bronzo in coppia con la Perrupato

SPORT
Minisini bis ai Mondiali di sincro, bronzo in coppia con la Perrupato

L'azzurro Giorgio Minisini, due medaglie di bronzo nel nuoto sincronizzato ai Mondiali di Kazan (foto Infophoto)

Mariangela Perrupato e Giorgio Minisini hanno conquistato la medaglia di bronzo nel programma libero del nuoto sincronizzato misto ai Mondiali di Kazan. La coppia azzurra ha chiuso la finale al terzo posto con 89.3333 punti. L'oro è andato alla Russia (91.7333), argento agli Usa (91.4667). Minisini aveva già conquistato il bronzo con Manila Flamini nel tecnico del duo misto.

Oggi in finale lui e la Perrupato hanno scavalcato la coppia francese formata da Virginie Dedieu e Benoit Yves Beaufils, che li aveva preceduti nei preliminari, esibendosi sulle note di 'Dream on' degli Aerosmith con la coreografia della pluricampionessa olimpica e mondiale Anastasia Ermakova e del francese Stephan Miermont.

Per l'Italia è la quarta medaglia in questa edizione dei Mondiali. Con il doppio bronzo a soli 19 anni Minisini è già entrato nella storia di questa specialità del sincro, che per la prima volta a Kazan è stato inserito nel programma dei Mondiali. "Adesso con tutta l'adrenalina che sta scemando sto iniziando anche a sentirne il peso - racconta il giovane azzurro-. Abbiamo dato tutto e adesso mi tremano un po' le gambe".

"Oggi siamo stati dei kamikaze -dice ancora l'atleta di Ladispoli-, ci siamo lanciati cercando di prendere tutto il possibile. In questi giorni, dopo la medaglia nel tecnico, tantissima gente ci è stata vicina e ci ha fatto i complimenti anche sui social. Questa medaglia la dedico a mio padre, a mia madre e alla mia fidanzata Eleonora che sono qui, per me sono stati una spinta in più. E poi alla squadra, senza di loro non ce l'avrei fatta".

Al settimo cielo anche la Perrupato: "Ancora non ci credo - dice l'azzurra -. Prima della finale ci siamo detti: godiamocela tutta senza pensare al dopo. In acqua le emozioni sono state bellissime, dopo indescrivibili". A chi le domanda se non le faccia rabbia il fatto che le medaglie nel sincro siano arrivate tutte grazie a Minisini, la Perrupato risponde sorridendo: "Un po' sì". Poi aggiunge: "Ma no, è bellissimo lo stesso. Noi ragazze finora siamo state più sfortunate e questa medaglia la dedico a loro, oltre che alla mia famiglia e al mio fidanzato che mi stanno seguendo sicuramente da casa".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.