Home . Sport . Mihajlovic pensa all'Empoli e avvisa Balotelli: "Ora deve mantenere le promesse"

Mihajlovic pensa all'Empoli e avvisa Balotelli: "Ora deve mantenere le promesse"

SPORT
Mihajlovic pensa all'Empoli e avvisa Balotelli: Ora deve mantenere le promesse

Sinisa Mihajlovic (Infophoto)

"Ora deve mantenere le promesse fatte e sono convinto che lo farà. Si sta allenando bene, gli manca il ritmo partita però si vede che ha lavorato e non è stato fermo. Sarà convocato e magari durante la partita potrebbe servirci". Queste le parole dell'allenatore del Milan, Sinisa Mihajlovic, in merito al ritorno di Mario Balotelli in maglia rossonera, dopo il negativo anno con il Liverpool.

"Si è preso un impegno morale nei confronti di tutti, speriamo faccia quello che ha detto -aggiunge il tecnico del Milan in conferenza stampa alla vigilia del match con l'Empoli-. Mario non è mai stato messo in discussione per il suo potenziale tecnico, il problema è sempre stato la sua testa. Ora sta a lui, è cosciente che questo è l'ultimo treno per la sua carriera e se lo perdesse sarebbe un peccato. Per lui è arrivato il momento di diventare uomo".

A poche ore dall'esordio casalingo di campionato contro l'Empoli, il tecnico serbo parla della voglia di riscatto dei rossoneri dopo il ko al via contro la Fiorentina. "Sono convinto che domani riprenderemo da dove ci siamo fermati. Faremo una grande gara, sappiamo che dobbiamo vincere e convincere. Abbiamo avuto un passo falso a Firenze dove sapevamo che sarebbe stata la trasferta più difficile di tutte e nella quale tutti gli episodi sono stati a sfavore -aggiunge l'allenatore rossonero-. Nei primi 35 minuti comunque potevamo fare meglio poi l'espulsione di Ely ha cambiato la partita. Volevamo vincere e invece abbiamo perso meritatamente, non cerchiamo scuse. Abbiamo la prima partita in casa e sappiamo che dobbiamo vincerla per forza. L'Empoli è una squadra organizzata che ci può mettere in difficoltà".

Mihajlovic promuove il mercato della società e sottolinea come la squadra abbia bisogno di tempo per trovare equilibrio: "Ci siamo rinforzati molto, questa è una squadra diversa dall'anno scorso. Perciò ci vuole anche del tempo per mettere le cose a posto. Sono contento di quello che abbiamo fatto, penso che abbiamo ancora tanti margini di crescita e penso che tra qualche settimana si vedranno dei miglioramenti". L'allenatore serbo chiude parlando del modulo di gioco: "A me piace sempre avere un modulo alternativo, però abbiamo alcuni esterni infortunati. Quando avremo recuperato altri giocatori avremo anche un modulo alternativo e forse sarà il 4-3-3. Continueremo a lavorare tenendo il 4-3-1-2 come modulo base perché ci abbiamo lavorato per due mesi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.