Home . Sport . Cristiano Ronaldo: "Non ho rimpianti e vado a letto con la coscienza pulita"

Cristiano Ronaldo: "Non ho rimpianti e vado a letto con la coscienza pulita"

SPORT
Cristiano Ronaldo: Non ho rimpianti e vado a letto con la coscienza pulita

L'attaccante del Real Madrid Cristiano Ronaldo (Foto Afp)

Cristiano Ronaldo non ha rimpianti e "va a letto ogni sera con la coscienza pulita". Il campione portoghese lo confessa in una lunga intervista al quotidiano "El Mundo". L'attaccante del Real Madrid, ha dichiarato di "non vedere la vita come una battaglia". "Ognuno può pensare quello che vuole su di me, ma io vado a letto ogni notte con la coscienza pulita e dormo bene", ha detto, aggiungendo che "non si può essere ossessionati da quello che gli altri pensano di te". "Neanche Dio può piacere a tutti", ha commentato Ronaldo, che tuttavia, ammette che a volte i suoi gesti arroganti in campo hanno aiutato a formare le opinioni su di lui delle persone.

"E' ovvio, ma sono gesti naturali, non è un piano, lo faccio perché non mi piace perdere. E a volte mi dispiace. Molti dicono che non hanno mai rimpianti. E' una bugia. Mi dispiace molte volte. Ma questo spiega anche la persona che sei. Se io sono così, se ho raggiunto tutto nel mondo del calcio non è stato il caso, e non potete chiedermi di cambiare. Se chiedete a me migliorare, accetto. Ma il cambiamento è molto complicato". Ronaldo compirà 31 anni a febbraio e gli è stato chiesto quale sarà la sua vita dopo il calcio. Ma l'attaccante ha le idee chiare: "vorrei che il mio marchio di abbigliamento continui ad espandersi", ma ha anche spiegato che una volta che la sua vita in campo sarà terminata "ce ne sarà un'altra". "Non ho deciso al 100% perché il calcio per me si concluderà tra cinque, sei, sette, 10 anni. Sarà difficile cominciare, ma io ora non voglio essere un allenatore, o un direttore di un club o un presidente".

Il portoghese forse ha un unico cruccio la mancanza di tempo per fare alcune cose. "Che cosa mi manca? E' difficile...io sono condizionato perché io vivo la vita per il calcio, mi piace stare al massimo e fare le cose per bene. Con questo non voglio dare l'impressione di lamentarmi. No. La mia vita è bella, ma penso che mi divertirò di più quando la mia carriera sarà finita, quando avrò il tempo di fare quello che mi piace". Di cosa ho bisogno? Si può dire di nulla: ho un lavoro bellissimo, denaro, macchine, case...Però questo non è tutto. Un esempio: questo sabato c'era un incontro di boxe a Las Vegas e avrei voluto prendere la mia famiglia e i miei amici e andare a vederlo. E non posso farlo perché non ho tempo. Mi dispiace, ora non posso ora perché, tra 'virgolette', mi sto sacrificando. Ma poi voglio vivere come un re".

L'ossessione di Cristiano Ronaldo comunque è quella di essere sempre il numero uno. "Vincere è la più importante per me. E' così semplice", ha detto l'attaccante del Real Madrid. "Alcune persone mi amano, altre persone mi odiano, dicono che sono arrogante, che sono presuntuoso. Fa parte del mio successo. Ma voglio essere il migliore". E lo stesso vorrebbe fare come padre di Cristiano Ronaldo Junior. "Che tipo di padre vorrei aspirare ad essere? Il migliore. Per me la cosa più importante è l'istruzione. Questa è una cosa che non mancherà. Il resto non lo so".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI