Home . Sport . Vrenna: "Crotone-Atletico, che emozione per l'unione del popolo calabrese"

Vrenna: "Crotone-Atletico, che emozione per l'unione del popolo calabrese"

SPORT
Vrenna: Crotone-Atletico, che emozione per l'unione del popolo calabrese

"L'emozione, più della partita con l'Atletico Madrid, è stata l'unione del popolo calabrese, si è esaltata con questa partita l'unione che c'è con tutti i calabresi, è stata una cosa bella. Devo sicuramente ringraziare il sindaco, il prefetto e il questore di Cosenza, che ci hanno permesso di arrivare ad una capienza massima di 18mila spettatori, c'è stato il tutto esaurito, e quindi è stata una serata bellissima e di festa, e devo dire che anche in campo le squadre si sono comportate in modo corretto, senza grossi falli. Alla fine questo spettacolo lo dedichiamo alla Calabria intera". Sono le parole del presidente del Crotone, Raffaele Vrenna, all'Adnkronos, all'indomani dell'amichevole di ieri a Cosenza contro l'Atletico Madrid, persa per 2-0.

La squadra guidata da Davide Nicola ha comunque ben impressionato anche se c'è ancora molto da lavorare. "E' stato un test importante per far capire a tanti ragazzi, che sono esordienti in Serie A, che contro determinati campioni, possono essere all'altezza, e questa è una cosa già importante, poi ho visto una squadre che per più di 50-60 minuti è riuscita a contenere molto bene l'Atletico Madrid, poi due errori nostri hanno causato la sconfitta, ma non era importante questo, l'importante è che il test è andato bene, ci sono tanti calciatori che ancora non sono pronti atleticamente, ma spero che per la prima di campionato avremo una formazione atleticamente messa bene", ha proseguito il presidente del Crotone.

Vrenna poi, facendo riferimento all'indisponibilità dello stadio "Ezio Scida" per i lavori di ristrutturazione in corso per adeguare l'impianto ai parametri tecnici della serie A, ha aggiunto: "Noi speravamo di poter giocare la prima in casa, il 28 agosto, ci sono un po' di ritardi da parte del comune, e noi dobbiamo necessariamente giocare la seconda in casa con il Palermo, il 18 settembre. La prossima settimana partiremo con la campagna abbonamenti e lo faremo con una gara in meno. Poi se riusciremo ad aprire il 28 i nostri tifosi avranno una partita in omaggio, altrimenti già sanno gli abbonati che mancherà la gara con il Genoa (che il Crotone giocherà a Pescara ndr.)".

Nel corso dell'amichevole con l'Atletico Madrid, i tifosi del Crotone hanno esposto uno striscione con scritto: "Statale 106, ferrovia jonica, porto, aeroporto Sant'Anna e stadio Ezio Scida. Crotone con la sua storia e la sua gente bistrattata da una Regione sempre più incapace e indifferente. Curva sud Crotone", ma il presidente dei pitagorici ha sottolineato: "sugli altri argomenti non metto bocca, però per quanto riguarda lo stadio, per tutta onestà, se non c'era il presidente Oliverio e la Regione Calabria molto probabilmente non giocavamo a Crotone. Il presidente Oliverio ha stanziato 2,5 milioni al comune di Crotone per lavori di adeguamento -ha spiegato Vrenna-, su questo devo dire che è stata una persona che ci ha tenuto tanto, e nelle riunione che abbiamo fatto ha promesso anche che si lavorerà per lo stadio nuovo, quindi penso che sullo stadio non c'è niente da dire alla Regione e al presidente Oliverio".

Il presidente del Crotone ha anche spiegato che ci saranno dei nuovi acquisti. "Non siamo fermi sul mercato, abbiamo bisogno di qualche altro elemento per potenziare questa squadra. Penso sicuramente ad un attaccante e ad un difensore, e magari qualche altra punta per completare un organico che sia adeguato per arrivare a quest'altra meta che è quella della salvezza".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI