Home . Sport . Totti illumina la Roma dopo il diluvio, Milan k.o. e fischi

Totti illumina la Roma dopo il diluvio, Milan k.o. e fischi

SPORT
Totti illumina la Roma dopo il diluvio, Milan k.o. e fischi

Francesco Totti sotto la curva della Roma dopo il gol del 3-2 alla Sampdoria (Foto AFP)

Francesco Totti illumina e la Roma beffa la Sampdoria a fil di sirena, il Milan finisce al tappeto contro l'Udinese e si becca i fischi di San Siro. Al termine di una giornata in cui protagonista è stata anche la pioggia, con il rinvio di Genoa-Fiorentina e lo stop di oltre un'ora del match dell'Olimpico, i giallorossi trovano i tre punti all'ultimo respiro grazie a un rigore generoso trasformato in sicurezza dal numero 10 nel recupero. La squadra di Spalletti vince 3-2, trascinata nella ripresa dal suo capitano con un assist e un gol, e con 7 punti si riporta a -2 dalla Juventus.

Totti: "Se sto così, perché devo smettere?"

Il tecnico lascia inizialmente in panchina Dzeko e opta per il tridente Salah-Perotti-El Shaarawy. La Roma sblocca il risultato alla prima occasione dopo appena 8 minuti con un colpo di testa di Salah, pescato in area da Perotti, ma la speranza di una partita tutta in discesa svanisce presto. La Sampdoria pareggia al 18' con uno splendido destro al volo di Muriel e mette la freccia al 41' su corner: Szczesny si addormenta, Juan Jesus si perde Quagliarella e il bomber blucerchiato infila da due passi. La ripresa inizia con oltre un'ora di ritardo a causa di un nubifragio che si abbatte sull'Olimpico durante l'intervallo.

Alla ripresa del gioco Spalletti non perde altro tempo e manda subito in campo Totti e Dzeko al posto di Perotti ed El Shaarawy. E la Roma cambia marcia. Viviano nega subito il gol a Strootman e si ripete al 58' deviando la conclusione a botta sicura di Dzeko. Il bosniaco si riscatta tre minuti più tardi, sfruttando alla grande l'ennesimo assist illuminante di Totti. Il numero 9 controlla in area, salta anche Viviano e deposita in rete.

Il pareggio galvanizza la Roma, che colleziona occasioni in serie senza però trovare la via del gol. Sbaglia Salah (66') di testa da ottima posizione, poi inizia lo show di un super Viviano che nega con i piedi la doppietta a Dzeko (66') e si oppone due volte a Salah al 67' e al 73'. Il fortino dei blucerchiati regge fino al recupero, poi l'arbitro Giacomelli assegna il penalty alla Roma per un lieve contatto in area fra Skriniar e Dzeko e Totti fa esplodere la festa dell'Olimpico.

Ben altra sorte tocca invece al Milan, sconfitto per 1-0 nel finale dall'Udinese. Il primo tempo è equilibrato ma è il Milan a comandare il gioco con il possesso palla, marchio di fabbrica di Montella. E alla mezz'ora l'argentino Sosa, al debutto da titolare con la maglia rossonera, fa tremare la traversa con uno splendido destro di prima intenzione dal limite dell'area. In avvio di ripresa Montella è costretto a mandare in campo De Sciglio al posto di Antonelli, che esce in barella dopo avere ricevuto un colpo involontario dal suo compagno di squadra Paletta. Il difensore viene poi portato in ospedale per i controlli, che evidenziano un trauma cervicale.

In campo, il Milan non brilla e la doccia fredda per i rossoneri arriva nel finale con l'Udinese che trova il rocambolesco gol-vittoria all'88' con Perica. Il croato arriva per primo sul cross di Badu e conclude al volo trovando la deviazione decisiva di Abate che beffa Donnarumma. Il Milan si riversa in attacco ma le ultime speranze dei rossoneri si spengono nel recupero sul colpo di testa ravvicinato di Bacca, ostacolato da Angella, neutralizzato da Karnezis. E per la squadra di Montella arrivano i primi fischi di San Siro.

Prima vittoria, invece, per l'Atalanta di Gasperini che ha sconfitto per 2-1 il Torino. Il portiere dei granata Hart si presenta con una bella parata sul diagonale di Kessié al 20', poi è l'ivoriano a sprecare altre due occasioni da ottima posizione per portare in vantaggio i bergamaschi nel primo tempo. Il Torino soffre e al 33' Mihajlovic si fa cacciare per un calcio a una bottiglietta in polemica con una decisione dell'arbitro. In avvio di ripresa il neo acquisto Iago Falque regala la prima gioia ai tifosi granata con una punizione che lascia immobile Sportiello, non esente da colpe, ma l'Atalanta raddrizza subito le cose con Masiello che approfitta di un'uscita sbagliata di Hart: il portiere smanaccia il pallone, che finisce tra i piedi del difensore pronto a firmare a porta vuota l'1-1. E nel finale, l'Atalanta trova i primi tre punti della stagione dagli 11 metri. All'82' De Silvestri atterra Gomez in area, l'arbitro Mariani assegna il rigore e Kessié trasforma spiazzando Hart.

Finisce in pareggio, infine, la sfida del Bentegodi fra il Chievo e la Lazio. Dopo un primo tempo soporifero, la partita si accende in avvio di ripresa con il gol del vantaggio dei padroni di casa firmato da Gamberini di testa su calcio d'angolo. A scuotere i biancocelesti ci pensa il redivivo Keita, mandato in campo da Simone Inzaghi dopo il gol e subito decisivo. L'attaccante fornisce di testa l'assist per il pareggio di testa di De Vrji dopo una mischia nell'area clivense sugli sviluppi di un calcio di punizione. Si è giocato meno di mezz'ora, invece, al Ferraris di Genova. E' stata infatti rinviata a data da destinarsi la sfida fra il Genoa e la Fiorentina, sospesa al 28' del primo tempo a causa del maltempo.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI