Home . Sport . Inzaghi: "Lazio cinica e compatta, andiamo avanti così"

Inzaghi: "Lazio cinica e compatta, andiamo avanti così"

SPORT
Inzaghi: Lazio cinica e compatta, andiamo avanti così

Simone Inzaghi (Fotogramma)

"In queste prime 13 partite la Lazio è stata cinica, organizzata e compatta, si è fatta valere. A luglio abbiamo cominciato a lavorare sperando in una classifica importante, ora che ci siamo arriva il difficile, dobbiamo fare in modo di rimanerci". E' determinato a confermare quanto di buono fatto fino ad ora il tecnico dei biancocelesti Simone Inzaghi che con il successo di ieri contro il Genoa ha portato i capitolini al quarto posto.

"Siamo partiti con qualche difficoltà ma sapevo la squadra che avrei trovato -prosegue il mister ai microfoni di 'Radio anch'io Sport' su Rai RadioUno-. Fino ad ora abbiamo perso con Juve e Milan match che secondo me non avremmo meritato di perdere, abbiamo fatto un bel percorso e dobbiamo continuare con questo passo".

Inzaghi torna poi a parlare della sofferta conferma sulla panchina della Lazio arrivata dopo il fallito approdo nella capitale di Bielsa. "Tutti abbiamo un percorso, si vede che era destino, credo di aver meritato la panchina con le ultime partite della scorsa stagione. Avevo altre possibilità, magari da qualche altra parte ci avrei pensato un pochino quando mi hanno richiamato ma la Lazio è casa mia, sono qui da 17 anni".

Inzaghi passa poi a parlare dei singoli con il grande contributo che sta arrivando da Keita, Felipe Anderson e Immobile. "Sono ragazzi che ascoltano. Immobile l'ho voluto fortemente, è un ragazzo che sapevo essere un goleador di razza ma ora ho trovato anche un giocatore disponibile che si è fatto apprezzare da tutti. Sono tre calciatori di talento che devono mettere il loro talento al servizio della squadra".

Il tecnico biancoceleste passa poi a parlare dell'anima brasiliana della Lazio formata da Felipe Anderson e Wallace. "Ho rivisto la partita di ieri, abbiamo fatto un ottimo calcio, sembrava che ci divertissimo a giocare. Sono due brasiliani sempre sorridenti, Wallace nelle prime partite si era sacrificato ed era sempre sorridente, anche se non è facile andare in panchina, è stato bravo a sfruttare la sua chance ed ora ci sta dando grande solidità dietro".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI