Home . Sport . Derby costa caro a Strootman, due turni di stop con prova tv

Derby costa caro a Strootman, due turni di stop con prova tv

SPORT
Derby costa caro a Strootman, due turni di stop con prova tv

(Foto Afp)

Il giudice sportivo della Serie A ha squalificato per 2 turni Kevin Strootman. "No, non me lo aspettavo" risponde il centrocampista della Roma, intercettato dall'Adnkronos in un noto albergo romano, sulla squalifica di due giornate comminatagli oggi dal Giudice sportivo di Serie A, per quanto avvenuto nel derby di domenica.

E' stato sanzionato dopo il ricorso alla prova televisiva per "condotta gravemente antisportiva" nei confronti di Danilo Cataldi nel derby che la Roma vinto domenica 2-0 contro la Lazio. La società giallorossa farà ricorso.

La condotta addebitata a Strootman dopo la rete del provvisorio 1-0 realizzata dall'olandese è consistita in particolare nella "simulazione comportante l’espulsione del calciatore Cataldi".

Il giudice ha ricevuto una mail dall'arbitro Banti che ha fornito chiarimenti sull'episodio accaduto al 66' della stracittadina: il direttore di gara "ha specificato che l'ammonizione del menzionato calciatore dell’A.S. Roma per C.N.R. (comportamento non Regolamentare) era da ricondursi all'atteggiamento provocatorio tenuto nei confronti dell’avversario passandogli vicino dopo la segnatura della rete, atteggiamento che provocava la reazione del calciatore della S.S. Lazio, sanzionata dallo stesso direttore di gara con il provvedimento di espulsione".

Il gesto con cui Strootman ha lanciato dell'acqua verso Cataldi, rileva il giudice, "non può ritenersi rilevante ai fini dell’art. 35.1.3 CGS, non trattandosi, in sé, né di fatto di condotta violenta non visto dall’arbitro né di condotta gravemente antisportiva secondo i casi tipizzati dalla medesima disposizione". Il giallorosso, invece, paga per la simulazione commessa nei momenti concitati: "La seconda condotta segnalata (simulazione), invece, trova piena conferma nella visione delle immagini televisive di piena garanzia tecnica e documentale, non potendosi oggettivamente ricondurre l’accasciarsi al suolo del calciatore Strootman allo strattonamento della maglietta da parte del calciatore Cataldi".

Il comportamento di Strootman "ha determinato il provvedimento di espulsione" di Cataldi in un "rapporto di causa/effetto tra trattenuta della maglia da parte" del laziale "e caduta in terra" del giallorosso, "come risulta chiaramente dal rapporto del Direttore di gara, richiamato dalla nota integrativa a chiarimento". Le "immagini televisive, consentono di apprezzare, oltre ogni ragionevole dubbio, che la caduta dello Strootman in seguito alla trattenuta è frutto di evidente simulazione da parte del medesimo calciatore; che, pertanto, il sopra descritto rapporto causa/effetto viene ad essere inficiato, essendo venuto meno, con riguardo all’effetto, uno dei presupposti comunque incidenti che hanno portato l’arbitro ad adottare il provvedimento di espulsione del Cataldi". Tutto questo rende "gravemente antisportiva" la condotta dell'olandese, fermato per 2 turni. Cataldi, espulso dall'arbitro, dovrà invece scontare una sola giornata.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.