Home . Sport . Addio amaro per Bolt: si infortuna e crolla in pista

Addio amaro per Bolt: si infortuna e crolla in pista

SPORT
Addio amaro per Bolt: si infortuna e crolla in pista

(Foto Afp)

Amara conclusione di carriera per Usain Bolt. Dopo la sconfitta nei 100 metri, il leggendario campione dà l'addio all'atletica con un infortunio muscolare sul rettilineo finale della staffetta 4x100, ai Mondiali di atletica in corso a Londra. Il jamaicano ha sentito una fitta alla coscia sinistra e si è accasciato a terra. Sono stati i compagni a soccorrerlo. Sfuma così per il pluricampione olimpico la ventesima medaglia d’oro in carriera. La medaglia d’oro è andata alla Gran Bretagna, argento per gli Usa, bronzo per il Giappone.

"Non era certo questo il modo col quale avrei voluto dirvi addio" le parole con cui Bolt si è rivolto ai suoi fan. Il campione giamaicano ha rotto il silenzio nella notte con un breve video diffuso su Snapchat.

"Ho dato tutto in pista. Ho dato tutto me stesso, come sempre", dice Bolt mentre viene trattato da un fisioterapista. "Mi spiace non essere nemmeno riuscito a salutarvi, ma sarò allo stadio domani", conclude il giamaicano che poi, su Twitter e Instagram, ha postato una foto con i suoi compagni della staffetta e il messaggio: "Grazie amici miei. Affetto infinito per tutti i miei fan".

Qualche informazione in più sul suo infortunio è stato fornito dal responsabile dello staff medico della nazionale giamaicana. "Si è trattato di un crampo al quadricipite della gamba sinistra - ha detto il dottor Kevin Jones - ma molto del dolore è stato soprattutto conseguenza della delusione per aver perso la gara".

Solidarietà a Bolt dopo il triste finale di carriera è stata espressa anche da Justin Gatlin, che dopo l'oro nei 100 metri si è messo al collo anche l'argento della staffetta. "Mi dispiace per quanto accaduto, Bolt è ancora il migliore al mondo", ha detto sportivamente lo statunitense.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI