Home . Sport . Di Francesco: "Il match di San Siro ci dirà tanto sulla stagione"

Di Francesco: "Il match di San Siro ci dirà tanto sulla stagione"

SPORT
Di Francesco: Il match di San Siro ci dirà tanto sulla stagione

Il tecnico della Roma Eusebio Di Francesco

"La partita con il Milan ci dirà tanto. La ritengo una partita importante per rimanere agganciati ai primi posti in classifica". Non nasconde l'importanza della posta in palio nella delicata trasferta di San Siro contro il Milan il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, in conferenza stampa da Trigoria.

"Noi non considerati favoriti dai media a inizio stagione? A me è indifferente, la cosa più importante è il campo, i risultati e l’atteggiamento in campo. Ben venga non partire da favoriti ma questo non ci toglie le responsabilità, ambire a migliorarsi passa anche per la partita di domani -prosegue il mister-. La Roma è migliorata in tante cose e sono arrivati risultati importanti, sono contento della crescita della squadra dal punto di vista della manovra e della compattezza, quello in cui dobbiamo migliorare è la maggior continuità durante la gara di rimanere corti nelle due fasi".

Sull'importanza della sfida di Milano, Di Francesco spiega che in caso di vittoria dei giallorossi "il titolo grande su tutte le pagine dei giornali sarà ‘Roma c’è’, nel senso che ci mettiamo in corsa ed è quello che vogliamo fare. Noi lavoriamo per rimanere attaccati a quel treno, e per farlo dobbiamo andare con la mentalità giusta, non con presunzione ma con la consapevolezza di poter tornare coi tre punti pur sapendo di affrontare una squadra con giocatori importanti".

Sul Milan, squadra rinnovata profondamente questa estate con l'arrivo di molti giocatori, Di Francesco aggiunge. "Il fatto che sia cambiata molto la squadra è relativo perché vedo una formazione in grande crescita, è cambiata un po’ l’idea di gioco. Hanno cambiato molto ma mettendo dentro giocatori di livello tecnico e anche psicologico".

E sul giovane Under, l'allenatore abruzzese spiega. "E' pronto per giocare una partita così importante, sta imparando l’italiano. Sa parlare una lingua, quella del calcio. Ha avuto difficoltà a Benevento, io i giovani cerco di caricarli relativamente di responsabilità. Con lui so di avere un’arma importante".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI