Bebe Vio di nuovo oro

E' in corso all'Hilton Rome Airport di Roma Fiumicino la seconda giornata di gara dei Campionati del Mondo di scherma paralimpica Roma2017. Dopo quella vinta da Matteo Betti nel fioretto nella giornata d'esordio, l'Italia aggiunge altre due medaglie al medagliere dell'edizione. Bebe Vio conquista infatti la medaglia d'oro nel fioretto femminile categoria B, mentre la seconda medaglia d'argento arriva per merito di Alessio Sarri nella spada maschile, categoria B.

La fiorettista, protagonista attesa di giornata, si conferma leader mondiale e straordinaria campionessa, superando le avversarie con punteggi netti. L'azzurra, dopo aver vinto tutti i match del proprio girone, ha superato ai quarti di finale la georgiana Irma Khetsuriani con il punteggio di 15-5. In semifinale è poi giunta la vittoria per 15-1 sulla russa Irina Mishurova, prima della finalissima che, con il supporto di un tifo straordinario, ha visto la paralimpionica di Rio2016 sconfiggere l'altra russa Viktoria Boykova con il punteggio di 15-3.

Alessio Sarri, invece, conquista la medaglia d'argento nella spada maschile categoria B, alla sua "prima" nell'arma non convenzionale, si ferma solo in finale al cospetto del plurititolato inglese Dimitri Coutya. Per l'atleta romano la soddisfazione per la medaglia d'argento arriverà solo dopo aver smaltito il rammarico per aver subìto la rimonta dal 14-12 in suo favore, sino al 15-14 con cui il britannico ha chiuso la gara conquistando la vetta del podio iridato. In precedenza, Alessio Sarri aveva sconfitto in semifinale per 15-13 il francese Yannick Ifebe dando così continuità ai successi ottenuti contro il tedesco Cheema per 10-9 e poi cotro il bielorusso Pranevich per 15-13 e, ai quarti contro il russo Konstantin Beych col punteggio di 15-9.

Nella stessa gara Gabriele Leopizzi è invece uscito sconfitto dal primo match di giornata contro l'ungherese Istvan Tarjanui per 15-5, mentre Michele Vaglini è stato eliminato dopo la fase a gironi. Italia fuori dal podio nel fioretto femminile categoria A e nella sciabola maschile categoria A.

"Sono entusiasta ma non scarica. La gara più importante è quella di sabato, a squadre! Sto vivendo emozioni grandissime che sa regalarti solo lo sport", ha detto Bebe Vio dopo la conquista della medaglia d'oro. "Vincere in casa -ha continuato- è ancora più bello perché qui ci sono tutte le persone care a guardarti. Sono felice soprattutto per questo: confermarsi ha un sapore diverso perché questo trionfo mondiale arriva dopo Rio e io mi sono preparata ancor meglio rispetto alla Paralimpiade. Adesso però pensiamo alla gara a squadre di sabato. Vincere da sola è bello, in squadra è stupendo!", ha aggiunto.