Mondiali, Ventura: "Convinti che andremo"

"Già dopo le prime ore di Coverciano ho capito che ci fosse voglia di fare, di andare ai mondiali. Abbiamo lavorato per questo, c'è grande convinzione da parte di tutti e siamo convinti che ci andremo. Noi abbiamo grandissimo rispetto della Svezia, si sono guadagnati i playoff". Sono le parole del ct della Nazionale Gian Piero Ventura alla vigilia del match d'andata del play-off di qualificazione al mondiale contro la Svezia.

Tegola per Ventura: si ferma Zaza

"Noi dobbiamo fare gol, è una gara che si gioca in 180 minuti, serve segnare almeno una rete. Non sento il rischio di non centrare la prestazione perché la partita è stata preparata non dico in maniera ottimale, ma quasi", ha poi sottolineato Ventura aggiungendo: "Loro sono una squadra organizzata, con giocatori di qualità, ma dall'altra parte c'è l'Italia che vuole e andrà ai Mondiali".

"Se dovesse andare bene mi darà una grande gioia, nell'altro caso non ne voglio parlare...". Così il capitano della Nazionale Gigi Buffon. "La partita più importante che ho giocato contro di loro era quella dell'Europeo 2004, abbiamo pareggiato ma non ho un bel ricordo -aggiunge il portiere azzurro in conferenza stampa alla 'Friends Arena di Solna-. Ogni tanto abbiamo anche perso, la prima volta che ho affrontato la Svezia, qui, ci abbiamo perso 1-0. Sono sempre squadre che vanno rispettate, non regalano nulla, sono solide. Hanno la giusta qualità, fanno sempre la loro partita. Questo significa che per batterle devi giocare un'ottima gara". "È una sfida particolare perché era da molto tempo che non facevamo i playoff -prosegue Buffon-. Sono due gare che ci potrebbero permettere di staccare il pass per una competizione grandiosa, alla quale teniamo moltissimo. L'Italia è abbonata ai mondiali, ci teniamo tantissimo, dobbiamo fare il massimo perché questo abbonamento continui".