Home . Sport . Napoli piega il Milan e resta in vetta

Napoli piega il Milan e resta in vetta

SPORT
Napoli piega il Milan e resta in vetta

(Afp)

Il Napoli ci crede e continua la sua corsa. Stende il Milan al San Paolo grazie a un gol di Insigne (e al Var) e al sigillo di Zielinski. Inutile la rete allo scadere di Romagnoli. Sarri mantiene cosi la vetta della classifica e ricaccia nei guai Montella e il suo Milan.

Gli azzurri partono subito forte: già al secondo minuto si affacciano dalle parti di Donnarumma con un tiro di Jorginho, ma la sfera finisce alta.

Primo tempo di marca nettamente azzurra, con continui scambi a cercare la verticalizzazione giusta, come ad esempio al 14' quando Insigne pesca sul palo opposto Callejon che di testa impegna il portiere milanista. Solo al 27’ si affaccia il Milan dalle parti di Reina con la solita azione di Suso che da destra converge e tenta con il suo sinistro al velluto, stavolta però lo spagnolo conclude alto.

Il Napoli serra i ranghi e al 33’ passa con Insigne che scappa sul filo dell'offside imbeccato da Jorginho e buca la difesa rossonera. L'arbitro inizialmente non convalida, ma in seguito alla consultazione del Var decide di assegnare la marcatura e il Napoli va meritatamente in vantaggio. Gli uomini di Sarri capiscono che il momento è buono e cercano il colpo del ko, ma Bonucci e compagni, pur con qualche affanno chiudono ogni spazio.

L'ultimo squillo prima della chiusura del primo tempo è ancora di stampo napoletano, quando Mario Rui pesca in area ancora Insigne che fa da torre per l'accorrente Allan, ma il tiro di quest’ultimo viene deviato in angolo con qualche difficoltà. I primi 45 minuti si concludono con il parziale di 1-0, che sta stretto ai partenopei.

Napoli subito aggressivo nella ripresa. Al 48' sfiora il gol con Martens, ma una grande parata di Donnarumma evita il peggio. Un buon Milan comunque in campo, che al 59' mette per la prima volta in difficoltà gli azzurri: la squadra di Sarri rischia infatti sulla fascia destra con Kessie che mette in mezzo la palla, ma senza fortuna. Il Napoli controlla ancora il campo, ma il Milan pressa con Locatelli che prova, senza finalizzare, dalla distanza.

Riparte il Milan e attacca: i rossoneri cercano il possesso palla nella metà campo avversaria, ma le occasioni rimangano solo potenziali. Primo cambio per il Napoli al 65°: fuori Mario Rui, entra Maggio. Quattro minuti dopo esce anche Hamsik, Zielinski al suo posto. Al 72' Bonucci prova la soluzione da centrocampo.

Nel momento migliore del Milan arriva però il raddoppio del Napoli: appena entrato in campo, Zielinski aggancia in area un pallone di Martens e batte Donnarumma segnando il suo terzo gol in campionato. Andrè Silva chiede un calcio di rigore per un tocco di Koulibaly in area: è calcio di punizione per il Milan, ma i rossoneri non sfruttano l'occasione ancora una volta.

Un Napoli stanco fatica a tenere il pallone, e al 91' - in pieno recupero - arriva il colpo di scena con un calcio di sinistra improvviso di Romagnoli che beffa Reina. Il Milan accorcia le distanze e trova il gol del 2-1. Napoli nervoso, con i rossoneri che provano a cercare un pareggio impossibile: al 94' arriva il giallo per Allan. E arriva anche il calcio di punizione per il Milan, che ci crede fino alla fine ma vede sfumare l'occasione per un brutto tiro di Biglia. Prima del triplice fischio finale c'è ancora tempo per un cartellino giallo: Albiol è infatti ammonito per proteste. Gli ultimi sforzi del Milan non servono: il match termina 2-1 e il Napoli si mantiene saldamente in classifica.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI