Home . Sport . Catricalà: "Presidenza Lega calcio? Ho già troppi impegni"

Catricalà: "Presidenza Lega calcio? Ho già troppi impegni"

SPORT
Catricalà: Presidenza Lega calcio? Ho già troppi impegni

Antonio Catricalà (FOTOGRAMMA)

"Apprendo dai giornali di oggi che sarei stato candidato alla presidenza della Lega calcio. Ringrazio ma ho già troppi impegni per accettare la candidatura". E' quanto scrive su Twitter il presidente di Aeroporti di Roma Antonio Catricalà commentando le notizie diffuse dalla stampa stamani secondo le quali il presidente della Lazio Claudio Lotito, sarebbe intenzionato a presentarlo come candidato alla poltrona della Lega Serie A.

Classe 1952, avvocato cassazionista, magistrato e dirigente pubblico, Catricalà vanta una carriera che lo ha visto sempre bruciare le tappe. Nato a Catanzaro il 7 febbraio 1952, a ventidue anni si laurea con lode in legge a Roma e viene nominato, a seguito di concorso, assegnista universitario presso la prima cattedra di diritto privato sempre a 'La Sapienza'. A ventiquattro anni vince il concorso in magistratura e supera l'esame di abilitazione all'esercizio della professione forense.

Successivamente vince i concorsi per procuratore dello Stato e, a ventisette anni, per avvocato dello Stato. Quindi vince anche il concorso per consigliere di Stato, qualifica che ancora riveste, con decorrenza dal 1982. Presidente e componente di collegi amministrativi, collabora con l'Ufficio legislativo della presidenza del Consiglio e viene anche nominato Capo di Gabinetto e consigliere giuridico nei Ministeri.

Il 24 luglio del 2001 viene nominato dal governo Berlusconi segretario generale della presidenza del Consiglio. Autore di pubblicazioni anche monografiche diventa professore a contratto presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Roma Tor Vergata, insegnamento di diritto privato. Dal 2005 al 2011 è stato presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, nota anche come Antitrust.

Nel 2011 Catricalà viene nominato sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri durante il governo di Mario Monti. E poi nel 2013 è nominato viceministro al Ministero dello Sviluppo Economico nel governo Letta. Tra gli ultimi incarichi figura la nomina alla presidenza dell'Oam (Organismo per la gestione degli Elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi) e la presidenza di AdR, Aeroporti di Roma, il 20 aprile scorso.


Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI