Settebello Juve

E sono 7. La Juventus è Campione d’Italia per la settima volta consecutiva. I bianconeri pareggiano 0-0 all'Olimpico contro la Roma e centrano il settimo scudetto di fila, il 34esimo della loro storia. Bastava un punto, e un punto è arrivato, al termine di una gara avara di emozioni e furore. Basti pensare che i due portieri, Alisson e Szczesny, non hanno dovuto compiere alcuna parata in 90 minuti. Da segnalare l’espulsione al 68′ di Nainggolan per doppia ammonizione.

LE SCELTE - Di Francesco sceglie la difesa a 4, con Juan Jesus e Fazio coppia centrale davanti ad Alisson. Kolarov e Florenzi sono gli esterni, mentre a centrocampo Pellegrini viene preferito a Strootman per completare il reparto con De Rossi e Nainggolan. El Shaarawy e Ünder in avanti con Dzeko. Allegri deve invece rinunciare all'ultimo a Khedira, fermato da un guaio muscolare durante il riscaldamento. Il mister bianconero punta su Barzagli e Rugani come centrali di difesa, con De Sciglio e Alex Sandro sulle corsie laterali. Pjanic e Matuidi in mezzo al campo, con Bernardeschi che agisce al fianco di Dybala e Mandzukic alle spalle di Higuain. In porta c'è l'ex Szczesny e non Buffon.

IL MATCH - Nel primo tempo la Roma pressa alto e cerca di sfruttare alcuni errori nel fraseggio dei bianconeri. Ma la squadra di Di Francesco non punge. Giusto un paio di conclusioni (alle stelle) di Dzeko e Nainggolan. E stop. Per la Juventus una sola opportunità con Dybala al 35', ma il suo diagonale si spegne sul fondo.

Nella ripresa zero occasioni, soprattutto dopo l'espulsione di Nainggolan che, in 5 minuti riceve due cartellini gialli. Il secondo per una dura entrata su Dybala. A quel punto la Juve, in superiorità numerica, decide che va bene così. Tiene palla, addormenta il gioco, ma non prova mai l'affondo. La Roma si adegua alla melina bianconera. Passano i minuti in attesa del 90esimo. Al triplice fischio è festa Juve.

L'ennesimo scudetto certifica il dominio della Juventus in Italia: negli ultimi sette anni i bianconeri hanno messo in bacheca 14 trofei su 20. Cannibali.

Allegri: "4 anni irripetibili"

Gli altri risultati di Serie A