Home . Sport . Un sogno chiamato Ronaldo

Un sogno chiamato Ronaldo

SPORT
Un sogno chiamato Ronaldo

(Fotogramma)

I quotidiani spagnoli 'As' e 'Marca' non hanno dubbi. Il futuro di Cristiano Ronaldo sta per tingersi di bianco e nero. CR7, scrivono in Spagna, giocherà nella Juventus. Un sogno per i tifosi della Vecchia Signora, che per tutta la giornata di ieri tenuto banco sulle prime pagine sportive. "Cristiano Ronaldo è sempre più lontano dal Real Madrid" ha spiegato ieri 'Marca', facendo notare che "salvo ripensamenti all'ultimo minuto, dalla prossima stagione l'attaccante portoghese indosserà i colori della Juventus".

Secondo il quotidiano spagnolo i bianconeri sarebbero in vantaggio sulla concorrenza per portare a Torino il cinque volte pallone d'oro. Un colpaccio per il quale il club torinese avrebbe già messo sul piatto 100 milioni di euro, nonostante la clausola rescissoria da 1.000 milioni di euro per strappare CR7 al Real Madrid. Per il pallone d'oro sarebbe inoltre pronto un contratto quadriennale da 30 milioni a stagione.

Che Ronaldo voglia cambiare squadra alla ricerca di nuove sfide e nuovi stimoli, del resto, non è una novità. Ad uscire allo scoperto era stato lo stesso giocatore subito dopo la finale di Champions vinta dal Real contro il Liverpool. Ronaldo aveva fatto intendere che il suo tempo al Real era giunto al termine e che a 33 anni era giunto il momento di cercare nuovi stimoli altrove.

Il problema maggiore resta la clausola rescissoria da 1.000 milioni di euro, ma su questo il club torinese è già al lavoro e la cifra sembra possa essere negoziabile coi blancos. Nei mesi scorsi lo stesso Ronaldo ha parlato con la società ottenendo la rassicurazione che in caso di addio il Real avrebbe chiesto una "cifra ragionevole". Ma sarà la volontà del giocatore ad essere determinante: nella storia del Real nessun giocatore è stato trattenuto contro la sua volontà.

'Marca' resta comunque convinto che oramai la stagione di CR7 nei blancos sia arrivata al capolinea. "Cristiano è ferito: o Florentino si arrende o CR7 se ne va" titola oggi il quotidiano spagnolo, spiegando nel sommario che il portoghese "ha deciso di andare via e non solo per soldi. Crede che il club non lo stia trattando bene. Il suo rapporto con il presidente è rotto. La Juve è in agguato".

"La domanda è: cosa ha spinto Cristiano a premere il detonatore?" si chiede il quotidiano spagnolo, secondo il quale CR7 avrebbe deciso "molto tempo fa" di dire addio al Real. I rapporti con Florentino, inoltre sarebbero deteriorati. O il presidente fa un passo indietro e si riavvicina a Ronaldo, è la sintesi del quotidiano spagnolo, oppure il pallone d'oro volerà a Torino. C'è infine un'altra considerazione, osservano in Spagna: la cessione di CR7 potrebbe essere decisiva per spingere il club merengue all'acqusito di Neymar, fuoriclasse brasiliano del Psg, finito da un tempo nel mirino del presidente Florentino Perez.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.