Salvini: "Stop a partite sarebbe doveroso"

"Penso che sarebbe doveroso, per rispetto e vicinanza a Genova e ai parenti delle vittime, che anche il campionato di calcio sabato e domenica si fermasse. Non lasciamo sole le squadre genovesi, business e interessi televisivi possono attendere". Così il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, sull'ipotesi di un possibile rinvio di tutta la prima giornata di Serie A.

Un pensiero condiviso anche da Roberto Fabbricini, commissario della Figc, che ai microfoni di Rai Sport ha espresso parere favorevole a un eventuale rinvio: "Sabato - ha detto - è un giorno di lutto nazionale e credo che ogni opinione riguardo un possibile rinvio sia corretta. Per quello che ho patito davanti alla tv, per le scene drammatiche che ho visto, che dimostrano come le nostre vite siano appese a un filo, è indubbio che uno stop di riflessione ci vorrebbe''.

In merito alla decisione di rinviare le partite delle squadre genovesi, è intervenuto poi anche l'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri: "Ci sono gli organi di competenza che decidono. Penso sia stata presa una decisione giusta nel non far giocare Genoa e Sampdoria, noi ci adeguiamo a giocare sabato, nel giorno di lutto nazionale, perché così hanno deciso e giocheremo nel rispetto di coloro che hanno subito questa tragedia".

"Quando ci sono queste cose le parole sono tutte superflue, perché quando accadono cose come questa sono tutti bravi a parlare, ma credo sia più importante fare", ha aggiunto Allegri in conferenza stampa alla vigilia dell'esordio di campionato contro il Chievo.