cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 14:56
Temi caldi

Enogastronomia: 100 Chef per 50 anni di 'Buon ricordo'

14 agosto 2014 | 10.12
LETTURA: 4 minuti

Il 9 settembre cena a Parma per festeggiare anniversario.

alternate text

'100 Chef per una sera - La strada del Buon Ricordo lunga 50 anni', ovvero una cena veramente straordinaria, da Guinness dei Primati, per festeggiare i 50 anni del 'Buon Ricordo', da mezzo secolo impegnato a valorizzare le tante e varie cucine del Belpaese. L’appuntamento è per martedì 9 settembre, quando una lunga tavolata si snoderà nel centro di Parma per festeggiare i 50 anni di quella che è stata la prima associazione di ristoratori a nascere in Italia, nel 1964, appunto.

Una tavola di 300 metri elegantemente apparecchiata e imbandita fra piazza Garibaldi, strada Repubblica, Portici del Grano, cuore del centro storico di Parma, scelta dal 'Buon Ricordo' perché è una delle città simbolo della qualità alimentare e della cultura gastronomica italiana. Una cena raffinata ed esclusiva, come era stata quella organizzata nell’aprile del 1964 al Circolo della stampa di Milano, per tenere a battesimo la nascita del 'Buon Ricordo' e i primi 12 ristoranti associati.

I 100 ristoranti del 'Buon Ricordo' collaboreranno in vario modo alla realizzazione di un menù esemplare, capace di evocare e proporre la più rappresentativa tipicità della cucina italiana.

“Festeggiamo il nostro compleanno facendo quello che sappiamo fare - dice il presidente dell’Unione dei Ristoranti del 'Buon Ricordo', Ovidio Mugnai - e ricordando anche, praticamente, che la qualità dei prodotti e dei modi di cucinarli e porgerli è uno degli asset, non sempre adeguatamente gestiti e promossi, del nostro Paese.

"In un’occasione così festosa e di qualità non potevamo pensare solo a noi stessi e quindi abbiamo deciso di devolvere una somma di danaro a Avis Parma Centro e a Parma Facciamo Squadra e di offrire alla Mensa dei Poveri di Padre Lino prodotti regionali, che i nostri ristoratori faranno arrivare nei giorni precedenti l’evento", aggiunge.

Il servizio sarà curato dai ristoratori del 'Buon Ricordo' e dagli allievi della Scuola alberghiera di Salsomaggiore. L’aperitivo, con prodotti e vini delle regioni italiane a fare da appetizer, sarà servito in piazza Garibaldi, da cui si snoderà la tavolata lungo strada Repubblica. Dopo il dessert, il dopo cena sarà ospitato nella suggestiva cornice dei Portici del Grano, dove si gusteranno caffè, superalcolici, piccola pasticceria e dove si farà l’ultimo brindisi in amicizia. A fare da sottofondo e accompagnamento ai vari momenti, musiche verdiane.

Come da tradizione, ai commensali sarà donato, in ricordo della cena, il piatto del 50° dipinto a mano dagli artigiani della Ceramica Solimene di Vietri sul Mare, realizzato in edizione speciale datata e numerata. In distribuzione solo il 9 settembre, non sarà più possibile averlo in nessun’altra occasione, proprio a sottolineare la storicità e l’unicità dell’evento.

A fare da corollario alla cena, fin dalla mattina Parma sarà pronta per accogliere al meglio i partecipanti, che fra l’altro avranno la straordinaria possibilità di visitare la zona monumentale della Pilotta, che racchiude due gioielli artistici della città, il Teatro Farnese e la Galleria nazionale, aperti gratuitamente per loro.

Una Mostra 'diffusa' dedicata alla gastronomia italiana dal 1964 al 2014 verrà allestita nelle vetrine di un centinaio di negozi affacciati sui luoghi dell’evento, che resteranno aperti anche la sera, mentre nella chiesa sconsacrata di S. Ludovico di via Cavour si potrà visitare una Mostra storica dei piatti storici del 'Buon Ricordo', da quelli dei 12 ristoranti fondatori del 1964 ai 111 del 2014. Curata dall’Associazione collezionisti del piatto del 'Buon Ricordo', sarà per ogni visitatore una full immersion in quelli che sono stati 50 anni di gastronomia italiana, raccontati dai piatti decorati a mano dai maestri artigiani di Vietri sul Mare.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza