cerca CERCA
Sabato 08 Maggio 2021
Aggiornato: 16:33
Temi caldi

1960, il fallito complotto della Cia per assassinare Raul Castro

17 aprile 2021 | 08.40
LETTURA: 1 minuti

Voleva provocare un incidente aereo su un volo tra Praga e l'Avana: documenti desecretati dal National Security Archive mentre Castro annunciava le dimissioni

alternate text
(Foto Fotogramma)

La Cia tentò nel 1960 di organizzare un attentato contro Raul Castro, provocando un incidente aereo su un volo tra Praga e l'Avana. E' quanto emerge da documenti desecretati e divulgati dall'istituto di ricerca non governativo americano National Security Archive ieri, il giorno in cui Raul Castro ha ufficialmente annunciato le dimissioni da segretario del partito comunista durante i lavori dell'ottavo congresso del movimento a Cuba.

Leggi anche

Dai documenti emergono accordi tra funzionari dell'agenzia di intelligence all'Avana e i propri contatti in cambio dell'offerta di un compenso di 10mila dollari o di "una somma ragionevole che superasse questa cifra per incorrere nel rischio di organizzare un incidente aereo".

L'ufficiale della Cia nell'isola, William J. Murray, discusse del piano con il pilota cubano José Raúl Martínez, che lavorava per la Cubana Airlines, la compagnia ingaggiata per un volo charter con destinazione Praga che ebbe luogo il 21 luglio 1960 e che avrebbe successivamente riportato a Cuba Castro ed altri membri del partito comunista. "Il pilota, che la Cia aveva precedentemente reclutato a Cuba, chiese che gli Stati Uniti si impegnassero ad assicurare un'istruzione universitaria ai propri figli nel caso in cui non fosse sopravvissuto". Il complotto non andò in porto perché il pilota "non ebbe occasione di organizzare un incidente durante il volo". Nel frattempo Murray aveva ricevuto un contrordine, che chiedeva di annullare la missione, ma l'agente non riuscì a comunicarlo al pilota.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza