cerca CERCA
Sabato 03 Dicembre 2022
Aggiornato: 00:07
Temi caldi

2 giugno, l'Italia sfila ai Fori Imperiali

02 giugno 2019 | 16.47
LETTURA: 2 minuti

Politici e militari per la 'Festa della Repubblica', i sette settori della parata

alternate text
(Foto AdnKronos)

di Enzo Bonaiuto

Sfila l'Italia ai Fori Imperiali per la tradizionale parata militare che celebra la ‘Festa della Repubblica’. In tribuna d'onore, in prima fila il Capo dello Stato Sergio Mattarella - che in precedenza depone una corona all’Altare della Patria al passaggio delle Frecce Tricolori e passa in rassegna le truppe schierate alle Terme di Caracalla - con tutte le alte cariche istituzionali della Repubblica: i presidenti di Senato e Camera Maria Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico, del Consiglio Giuseppe Conte e della Corte Costituzionale Giorgio Lattanzi, oltre al presidente uscente del Parlamento Europeo Antonio Tajani.

2 giugno, Salvini si infuria con Fico

Per il governo, presenti anche i vicepremier Matteo Salvini ministro dell’Interno e Luigi Di Maio del Lavoro e i ministri della Difesa Elisabetta Trenta, degli Esteri Enzo Moavero, dell’Economia Giovanni Tria, della Giustizia Alfonso Bonafede, dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio. E poi, il sindaco di Roma Virginia Raggi 'padrona di casa' con i vertici delle Forze Armate.

Ad aprire la sfilata sono i sindaci seguiti dai gonfaloni di Regioni, Province e Comuni. Poi, i sette settori: le organizzazioni internazionali Onu, Nato, Ue; l'Esercito con granatieri, lancieri, paracadutisti, alpini; la Marina con i fucilieri e le capitanerie di porto della guardia costiera; l'Aeronautica; l'Arma dei Carabinieri; i corpi militari di Guardia di finanza, Croce Rossa, Ordine di Malta; i corpi armati e non di Polizia penitenziaria, Polizia di Stato, vigili del fuoco, servizio civile, polizia municipale di Roma Capitale. E chiusura, secondo tradizione, con la fanfara dei bersaglieri, i corazzieri a cavallo e il passaggio delle frecce tricolori.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza