Home .

Colpo grosso sotto il metal detector

ADNKRONOS

Poteva essere un furto con destrezza improvvisato ma ben riuscito se le telecamere di sorveglianza dell’aeroporto di Fiumicino non avessero documentato il ‘magheggio’ incastrando il ladro. Tutto si è svolto in pochi minuti nella fila per il controllo bagagli. Un italiano con piccoli precedenti ha visto un passeggero pakistano poggiare nella vaschetta portaoggetti due mazzette da 3mila e 5mila euro. Così approfittando del momento di distrazione del pakistano che stava passando sotto il metal detector, ha acciuffato il ‘malloppo’ e dopo aver a sua volta passato i controlli con un biglietto con destinazione Mosca, ha nascosto il bottino dentro uno dei bagni dell’aeroporto con l’intenzione di recuperarlo in seguito. Ma gli è andata male. Le indagini-lampo hanno consentito alla polizia di recuperare la refurtiva e individuare e arrestare il ladro prima che si imbarcasse per la Russia. Processato per direttissima è stato condannato a un anno con pena sospesa e a 4 mesi di lavori socialmente utili

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.