Home .

Dai rifiuti al bracconaggio, in trincea con i carabinieri forestali

ADNKRONOS

Azioni orientate al controllo e all'affermazione della legalità, alla protezione della biodiversità in ogni sua forma ed espressione, alla percezione della qualità ambientale come fattore di sviluppo economico e comunitario. Un presidio nel segno della centralità del paesaggio come bene comune, fattore competitivo per la creazione del valore, elemento di emancipazione civica per un’idea di cittadinanza inclusiva e responsabile. E' questo lo spirito che muove i carabinieri forestali. In particolare ecco in un video un anno di attività nelle regioni Lazio e Sardegna per la difesa dell’ambiente e della biodiversità.

2.625 le persone controllate di cui 410 denunciate in stato di libertà. 1.666 sono stati i controlli eseguiti nell'ambito dell’azione di contrasto all'inquinamento idrico, atmosferico, acustico, del suolo, delle acque di scarico e dell’utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione. Nel settore agroalimentare sono stati 1.153 i controlli e 949 quelli su persone che hanno permesso di accertare 8 reati, 8 le persone denunciate, 3 sequestri penali, 15 sequestri amministrativi e 115 illeciti amministrativi con sanzioni di importo pari ad € 180.238,99. Questi solo alcuni dei dati delle operazioni effettuate.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.