Cerca
Home .

Il santo di oggi, 2 maggio

VIDEO

Nato ad Alessandria nel 295-296 da una famiglia cristiana, riceve con la fede una buona formazione letteraria. Quando scoppia l’eresia ariana, Atanasio è già diacono a fianco del vescovo Alessandro, che accompagna al concilio di Nicea nel 325. Morto Alessandro, Atanasio è acclamato suo successore, riconoscendo in lui "un autentico cristiano, un asceta, un vero vescovo". Costretto più volte all’esilio, viene invitato da papa Giulio I a Roma, dove rimane dal 339 al 346. Ritenuto da tutti i vescovi di fede nicena "anima grande e apostolica", muore ad Alessandria d’Egitto il 3 maggio del 373.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.