Cerca
Home .

Il santo di oggi, 24 maggio

TG

Non abbiamo molte notizie sulla sua vita. Sappiamo che proviene da una nobile famiglia della Gallia. La sua notorietà è legata ad un libretto sulla tradizione della Chiesa, dal titolo Commonitorium, che S. Roberto Bellarmino definì "un libro tutto d’oro". Si tratta di un manuale di regole di condotta per vivere integralmente il messaggio evangelico. Nel 434, anno in cui vide la luce il prezioso libretto, Vincenzo fornisce ai teologi futuri il famoso canone dell’ortodossia, cioè il metro per giudicare la bontà di una affermazione teologica: "atteniamoci a ciò che è stato creduto ovunque, sempre e da tutti". Vincenzo di Lerino muore nella pace del suo monastero verso il 450.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.