Cerca
Home .
ISSN 2465-2067

120 secondi di notizie - Italia Economia n. 19 del 6 maggio 2020

ITALIA ECONOMIA

Istat. Prima stima dell'Istat sul pil italiano post emergenza covid. Nel primo trimestre del 2020 il prodotto interno lordo è sceso del 4,7 per cento rispetto al trimestre precedente. L'occupazione 'tiene' a marzo e rispetto a febbraio scende dello 0,1 per cento. Un effetto, è il ragionamento del'Istat, dei decreti del Governo a sostegno ai lavoratori.  Bce. Politica monetaria invariata per la Banca centrale europea. L'ultimo consiglio direttivo ha lasciato i tassi fermi e confermato il maxi programma di acquisti da 750 miliardi varato in risposta alla pandemia di coronavirus. La Bce è però pronta ad aumentare le dimensioni di questo programma e, nel caso, ad aggiustare tutti i suoi strumenti per adattarsi allo scenario di inflazione. Turismo. Più della metà degli italiani non farà vacanze. Secondo un'indagine Confturismo-Confcommercio sulla propensione a viaggiare, oltre la metà degli intervistati, il 57 per cento, afferma che anche dopo la fine dell'emergenza non si muoverà per fare una vacanza. Il 32% sostiene che si prenderà al massimo due o tre giorni, e senza allontanarsi troppo dalla propria residenza. Gdo. Arrivano le mascherine a 50 centesimi. In base a un accordo tra il commissario di Governo all'emergenza covid Domenico Arcuri, Confcommercio e Federdistribuzione, le mascherine chirurgiche saranno vendute al prezzo equo in circa 20mila punti vendita italiani. L’intesa vale anche per tutti i commercianti italiani associati alle grandi catene.  Ue. Il settore manifatturiero dell’Eurozona sprofonda ad aprile. Le restrizioni governative per contrastare la diffusione della pandemia, secondo Markit, hanno portato produzione, nuovi ordini, esportazioni e attività di acquisto a livelli record in senso negativo. L'indice destagionalizzato che registra l'attività industriale europea è sceso a 33,4 punti, oltre dieci in meno rispetto a marzo.  Consumi. Nel 2020 il crollo dei consumi sarà dell'8 per cento rispetto al 2019, con 84 miliardi in meno spesi dai consumatori.  Secondo Confcommercio, le ricadute più pesanti andranno a colpire hotel e alloggi, insieme a ristoranti e bar. Una valutazione prudenziale che, non si esclude, potrebbe anche peggiorare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.
TAG: Istat, Bce, Turismo, Gdo