Cerca
Home .

Decalogo della comunicazione

ADNKRONOS

Votanti 426 persone | Voti totali: 956


1° Comunicare. Sempre. La comunicazione va portata avanti sempre ed è una voce di budget da non tagliare, soprattutto quando ci sono criticità come una pandemia. (115 preferenze - a cura di Federico Luperi)

2° Narrare per creare un nuovo senso di appartenenza. Oggi più che mai, la comunicazione deve creare un ecosistema di contenuti per creare una connessione con i consumatori, in cui possano realmente identificarsi. (110 preferenze - a cura di Federico Luperi)

3° Online? Offline? Non esistono più i confini. Non ha più senso parlare di comunicazione on e offline, di analogico e di digitale. Le barriere tra questi due mondi non esistono più e la nostra audience richiede un nuovo modo di comunicare. (87 preferenze - a cura di Federico Luperi)

4° Non 'intellettualizzare' la comunicazione: pulizia, chiarezza, completezza, trasparenza, responsabilità e correttezza. (61 preferenze - a cura di Michelangelo Iossa)

Dobbiamo imparare ad esercitare di più l’ascolto attivo (60 preferenze - a cura di Linda Bulgheroni)

6° Fiducia e reputazione sono conquiste che proteggono in caso di crisi (60 preferenze - a cura di Linda Bulgheroni)

7° Non basta 'saper fare bene', bisogna anche 'far sapere bene': è necessario comunicare le competenze e le professionalità con competenza e professionalità. (55 preferenze - a cura di Linda Bulgheroni)

8° È tempo di pretendere più verità e autenticità della comunicazione (52 preferenze - a cura di Linda Bulgheroni )

9° La comunicazione non sostituisce il contenuto ma lo valorizza (47 preferenze - a cura di Alessandro Papini)

10° Autenticità e visione: puntare a una comunicazione di tipo 'carismatico', che abbia – cioè – un orizzonte, anche lontano, ma nitido. (44 preferenze - a cura di Michelangelo Iossa)



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.