Cerca
Home .

Nei supermercati Carrefour arriva la pasta dei 'consumatori'

da domani in vendita un prodotto di grano 100% italiano che assicura giusto prezzo a produttori

Nei supermercati Carrefour arriva la pasta dei 'consumatori'

(Fotogramma)

Grano duro 100% italiano e da agricoltura sostenibile, trafilatura in bronzo ed essiccazione lenta a bassa temperatura, giusta remunerazione dei produttori: sono queste le principali caratteristiche della "Pasta dei Consumatori" che arriverà il 25 giugno sugli scaffali di Carrefour Italia. Un prodotto nato dal basso, ma con gli obiettivi ambiziosi e precisi del movimento “Chi è il padrone?! La marca del consumatore”, nato in Francia e oggi presente in nove Paesi e tre continenti. Il movimento “C’est qui le patron?! La Marque du Consommateur” è stato lanciato nel 2016 da Nicolas Chabanne in piena crisi del latte.


"Da un lato c’è la volontà di promuovere il settore agroalimentare locale, assicurando ad agricoltori e allevatori un prezzo d’acquisto equo; dall’altro il desiderio dei consumatori di emanciparsi dai modelli di business imposti e di partecipare ai cambiamenti della società" spiega Enzo Di Rosa, fondatore di "Chi è il padrone?!".

In Italia, la voce dei consumatori si è fatta sentire sin dalla selezione della prima referenza da mettere nel paniere di Chi è il padrone?!: la pasta, cibo icona della nostra cucina. Il punto di partenza è stato quello di far entrare i consumatori 'dentro al prodotto' – scorporando le voci di costo e facendo conoscere tutto quello che succede prima che finisca sulle loro tavole, incluse le problematiche associate – e spingerli a riappropriarsi di un ruolo attivo all’interno della filiera agroalimentare.

Ed è così che hanno partecipato 3.558 consumatori rispondendo a un dettagliato questionario, che ha valutato ogni aspetto del prodotto, dalla provenienza del grano al colore della confezione. Le specifiche delle caratteristiche definite dall’azione collettiva dei consumatori hanno guidato nella selezione del pastificio a cui affidare la produzione, e la scelta è ricaduta su Sgambaro, storica azienda veneta.

Spaghetti, penne e fusilli sono i tre formati oggi disponibili e venduti in confezioni da 500 grammi. Sommando il corrispondente costo di ogni scelta e confrontandolo con la propria propensione di spesa, i consumatori hanno votato un prezzo di vendita consigliato pari a 1,07 euro/500g per una pasta di qualità, sana, sostenibile ed equa nei confronti di tutti gli attori della filiera, e in particolare per i produttori. Ma non solo: destinando 0,5 centesimi per confezione alle persone e famiglie in condizioni di fragilità economica, la Pasta dei Consumatori ha anche un fine etico.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.