cerca CERCA
Martedì 26 Ottobre 2021
Aggiornato: 09:58
Temi caldi

25 aprile, Giachetti contro vigili: fermato a posto di blocco, non ero su autoblu

25 aprile 2014 | 14.29
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Alle celebrazioni ufficiali sì, ma solo in autoblu. Roberto Giachetti, vice presidente della Camera, sconsolato, ha postato su Facebook il resoconto della sua mattinata: "Altro che cambia verso...", scrive Giachetti che oggi rappresentava la Camera alle celebrazioni del 25 aprile all'Altare della patria con i vertici delle istituzioni: il capo dello Stato Giorgio Napolitano, il premier Matteo Renzi, il presidente del Senato Pietro Grasso, solo per citarne alcuni.

Giachetti si è presentato a bordo del suo fiammante scooter, avendo rinunciato da subito all'autoblu. E questo non è andato affatto bene ai vigili urbani di Roma Capitale. "Questa mattina prendo la moto per recarmi a piazza Venezia per rappresentare la Camera dei deputati alla celebrazione per il 25 aprile con il presidente della Repubblica - scrive il vice presidente di Montecitorio sul social network- Arrivo a piazza della Bocca della verità e c'è un blocco dei vigili urbani. Mi accosto ed educatamente dico loro: buongiorno, sono il vicepresidente della Camera e dovrei andare a piazza Venezia per la cerimonia con il presidente della Repubblica. Risposta del primo vigile: 'qui possono passare solo auto di servizio, lei con la moto privata no'. Provo a replicare: 'si' ma guardi io ho rinunciato all'auto di servizio giro solo ed esclusivamente con la mia moto'. Insorge il secondo vigile: 'e ha fatto male, se vuole va a piedi qui passano solo le auto di servizio'. Così solo per raccontare come vanno le cose in questo meraviglioso Paese".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza