cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 21:53
Temi caldi

25 aprile, Milano scende in piazza. Fischi per la Brigata ebraica e il Pd

25 aprile 2015 | 18.38
LETTURA: 3 minuti

In migliaia alla manifestazione, conclusa dai discorsi dal palco di Giuliano Pisapia, Susanna Camusso e Carlo Smuraglia. In piazza San Babila dura contestazione per la Brigata ebraica, fischi anche al passaggio delle bandiere del Pd. L'evento si è chiuso in una piazza Duomo gremita che canta 'Bella ciao'

alternate text
Milano scende in piazza per il 25 aprile. Fischi per la Brigata ebraica e il Pd

Si chiude con 'Bella ciao' la manifestazione di Milano per celebrare il 70esimo anniversario della Liberazione. In una piazza del Duomo gremita - la coda dei partecipanti ha raggiunto il palco solo quando gli interventi erano terminati - è stata la canzone simbolo della Resistenza a unire insieme le voci di chi ha partecipato al corteo e di chi ha preso la parola per ricordare il 25 aprile.

Da Porta Venezia fino in piazza San Babila il corteo - migliaia le persone presenti - ha sfilato senza intoppi: occhi puntati fin da subito sulla Brigata ebraica, preceduta dai sindacati e 'protetta' dal Pd che seguiva. Un lungo e lento serpentone che tra musica e slogan ha impiegato circa due ore per percorrere poche centinaia di metri. Ad attendere in piazza San Babila le bandiere di Israele c'erano una cinquantina di contestatori - tra loro rappresentanti dei centri sociali - che hanno contestato con fischi e insulti i rappresentanti della Brigata ebraica. Fischi successivamente rivolti anche al Pd.

E' un incontro ravvicinato dai toni forti che dura pochi ma intensi minuti: 'Israele Stato fascista' o 'Fuori i sionisti dal corteo' alcuni degli slogan a cui la Brigata ebraica ha replicato: 'Siamo tutti antifascisti'. Non sono mancati spintoni tra i contestatori e le forze dell'ordine, ma non ci si sono registrati veri scontri. Da piazza del Duomo a prendere la parola sono stati il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il segretario Cgil Susanna Camusso, il presidente dell'Anpi Carlo Smuraglia - 'interrotto' da una contestazione dei 'No Tav'. Milano, città Medaglia d'oro della Resistenza, ha chiuso con 'Bella ciao' un ricordo lungo 70 anni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza