cerca CERCA
Lunedì 26 Settembre 2022
Aggiornato: 15:38
Temi caldi

35mila corsi nel 2014, tutti i numeri sull'aggiornamento dei medici

02 dicembre 2014 | 17.09
LETTURA: 4 minuti

alternate text

Viaggia a gonfie vele, in Italia, il sistema di Educazione continua in medicina. Da gennaio a novembre 2014 risultano infatti inseriti a sistema poco meno di 35 mila eventi, circa 3 mila in più rispetto al 2013. A trainare la crescita è stata soprattutto la formazione a distanza, in particolare web e tv: 1600 corsi Fad nei primi 11 mesi del 2014, rispetto ai circa 800 'sul campo'. Gli eventi sono stati indirizzati prevalentemente a medici chirurghi (68%), a seguire infermieri (38%) e riabilitatori (25%). Arrancano, invece, farmacia (10%), odontoiatria e psicologia (entrambe con l’8%). E' quanto emerge dai dati della Commissione nazionale Ecm, presentati a Roma in occasione della sesta Conferenza nazionale sulla formazione continua in medicina.

"I dati - sottolinea Achille Iachino, segretario nazionale Commissione formazione continua, nonché dirigente Ecm Agenas - dimostrano che la formazione negli ultimi anni è diventata un valore per i nostri professionisti sanitari, un'opportunità che dobbiamo saper cogliere, garantendo una formazione di qualità, più snella, meno burocratica, ma più partecipata. L'Ecm - aggiunge - ha dinanzi a sé una sfida ben precisa: mantenere alta la qualità della formazione sanitaria".

Sono state invece 260, da gennaio a novembre 2014, le visite effettuate dagli organi di controllo ai provider che organizzano corsi Ecm. Le verifiche, che prendono in esame aspetti amministrativi, scientifici e informatici, sono un punto fondamentale per consentire il passaggio da provider provvisorio a provider standard. Per il sistema nazionale Ecm, infatti, chi organizza eventi formativi - il provider, appunto - deve garantire determinati standard qualitativi ed essere in possesso di strumenti idonei. Al momento, si contano 777 provider provvisori e 327 standard. I provider cancellati, sospesi o ritenuti inammissibili sono stati ben 885. Pochi, invece, i medici che non seguono i corsi: secondo le ultime stime disponibili, la percentuale dei camici bianchi che negli ultimi tre anni non ha messo insieme neanche un credito Ecm - dei 150 richiesti - è infatti bassa, intorno al 15%. Numeri importanti, che gli addetti ai lavori vogliono ulteriormente migliorare.

Un altro dato interessante emerso nel corso della Conferenza è che l'aggiornamento professionale dei medici è sempre più 2.0. Le nuove tecnologie stanno infatti cambiando faccia all'Ecm. I dati parlano chiaro: nei primi 11 mesi del 2014 si è già toccata la soglia dei 1600 corsi, il doppio di quelli realizzati sul campo (798). In quest'ottica, uno degli esempi del binomio web e tv è rappresentato da Doctor's Life, il primo canale tv al mondo dedicato all'informazione e alla formazione medico scientifica, interamente gratuito. Il canale edito da Adnkronos Salute - che oltre ai corsi Ecm offre documentari, inchieste, focus e reportage internazionali - ha superato, al ritmo di circa 100 iscrizioni al giorno, il muro degli 80 mila iscritti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza