cerca CERCA
Lunedì 14 Giugno 2021
Aggiornato: 16:38
Temi caldi

Calcio

5 maggio 2002, quando l'Inter fece harakiri

05 maggio 2021 | 11.11
LETTURA: 2 minuti

I nerazzurri persero contro la Lazio all'Olimpico e la Juve li beffò conquistando lo scudetto. Meme, ironie e sfottò sui social anche quest'anno, con i nerazzurri appena incoronati campioni d'Italia

alternate text

5 maggio 2002. Una data entrata nella storia del calcio italiano. Quel giorno la Juve conquista lo scudetto nell’ultima giornata di campionato beffando l'Inter. I nerazzurri, che erano primi in classifica con un punto di vantaggio sui bianconeri, vanno al tappeto contro la Lazio. E mentre Ronaldo piange in panchina, la Juve supera senza problemi la pratica Udinese e festeggia il titolo.

E così il 5 maggio, oltre che per la morte di Napoleone e la celebre poesia del Manzoni, diventa, calcisticamente parlando, la ricorrenza della disfatta nerazzurra. Uno degli epiloghi più rocamboleschi nella storia moderna del pallone tricolore ricordato in tutti questi anni sui social con meme, ironie e sfottò.

E anche quest'anno, con l'Inter appena incoronata campione d'Italia dopo 10 anni, spopola su Twitter l'hastag #5maggio. "Uno #scudetto come quello del #5maggio2002 non ne vale "4 o 5 degli altri": uno scudetto come quello del #5maggio2002 è ineguagliabile!", si legge in un post. Mentre un utente scrive: "Nessuno scudetto potrà mai neanche lontanamente avvicinarsi all’orgasmo sportivo di QUEL #5maggio. Indimenticabile, ancora oggi".

Ma cosa è successo quel giorno? L'Inter capolista, lanciata verso il titolo, fece visita alla Lazio in uno stadio Olimpico con tinte nerazzurre: il gemellaggio tra le tifoserie, e il timore di un exploit della Roma ancora in corsa per lo scudetto, sembravano le premesse per un match in discesa dell'Inter.

La partita che doveva regalare il tricolore alla squadra di Hector Cuper, però, si rivelò un harakiri epocale. Poborsky, preso di mira dai propri tifosi, trascinò la Lazio ad un'incredibile vittoria per 4-2, condannando l'Inter a un finale da incubo condito dalle lacrime di Ronaldo.

A far festa fu la Juve di Marcello Lippi, che passò agevolmente per 2-0 sul campo dell'Udinese con i gol di Trezeguet e Del Piero realizzando il sorpasso decisivo proprio al fotofinish. Juventus campione d'Italia con 71 punti, Roma -vittoriosa sul campo del Torino- seconda a quota 70 e Inter, alla fine, addirittura terza con 69. Per il popolo nerazzurro, in realtà, la data infausta ha assunto connotati differenti nel 2010. Il 5 maggio di 7 anni fa, la corazzata allenata da José Mourinho metteva in bacheca la Coppa Italia, primo tassello di uno storico triplete.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza