cerca CERCA
Martedì 24 Maggio 2022
Aggiornato: 23:40
Temi caldi

BUNDESBANK: MODIGLIANI, I TEDESCHI SONO DEI BUFFONI

28 maggio 1997 | 22.12
LETTURA: 1 minuti

SONO MOLTO PEGGIO DELL'ITALIA, MA ORA NON POSSONO BARARE PIU'

Roma, 28 mag. (Adnkronos)- ''I tedeschi sono dei buffoni, fanno il gioco delle tre carte e si illudono di far digerire ai partner comunitari manovre contabili al limite dell'assurdita'''. Franco Modigliani non ha pieta' per Helmut Kohl e Theo Waigel, il binomio tedesco che oggi ha accusato la doppia sberla di non potere vendere la partecipazione in Deutsche Telekom e di non poter rivalutare le riserve della Bundesbank a tutto profitto del bilancio federale.

''I tedeschi sono dei buffoni -dice Modigliani all'Adnkronos che lo raggiunge nel suo studio al Mit- non sanno cosa vuol dire la contabilita', non conoscono, o fanno finta di non conoscere, il concetto di deficit e la differenza tra spese correnti e entrate correnti. Rivalutare le riserve non e' un'entrata corrente, e' solo una buffonata, ed e' molto peggio delle buffonate che ha fatto l'Italia, buffonate -incalza il premio Nobel- per le quali ho tirato le orecchie a Ciampi ed al governo per la manovra bis, per il prelievo sul tfr, che non e' una cosa seria, ma i tedeschi sono peggio di noi''.

Ed ora che succedera? Modigliani non si presta ad indovinelli, ma sciorina una certezza: ''Bonn non puo' fare piu' trucchi. In Germania devono capire che ora se vogliono star fuori dall'Unione economica e monetaria, ed io ho il sospetto che vogliano proprio questo, lo devono dire e gli altri andranno avanti senza di loro. Se invece vogliono entrare non facciano i pignoli, non facciano i ragionieri: 2,7, 2,8, 3 per cento. Se vogliono entrare a Maastricht con gli altri possono farlo, ma smettano di darci lezioni di credibilita'''. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza