cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 21:30
Temi caldi

M.O.: Kerry atteso oggi a Gerusalemme per sostenere negoziati

02 gennaio 2014 | 10.58
LETTURA: 1 minuti

Tel Aviv, 2 gen. - (Adnkronos/dpa) - Il segretario di Stato americano John Kerry arriverà questo pomeriggio in Israele nel quadro del suo sforzo per sostenere il negoziato di pace fra israeliani e palestinesi. Lo ha confermato il portavoce dell'ambasciata americana a Tel Aviv, Geoff Anisman, aggiungendo che Kerry rimarrà almeno fino a domani, facendo la spola fra il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu e il presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese Mahmoud Abbas (Abu Mazen).

Il negoziato di pace, avviato a fine luglio sotto gli auspici americani, è giunto ad un punto critico con uno scontro fra le parti sul futuro controllo della valle del Giordano. Inoltre i palestinesi sono molto irritati per gli annunci di costruzione di nuovi alloggi in Cisgiordania che in agosto e ottobre hanno puntualmente accompagnato le liberazioni di detenuti concordate nell'ambito del negoziato. Questa volta, dopo la liberazione di 26 carcerati palestinesi all'alba di martedì, Netanyahu ha rinviato la pubblicazione della gara d'appalto per la costruzione di 1400 alloggi per i coloni per evitare tensioni durante la vista di Kerry. Non è chiaro infine se basterranno i nove mesi preventivati per giungere alla pace.

Il capo della diplomazia americana arriva nella regione dopo aver messo a punto una cornice d'accordo che, ha detto la portavoce del dipartimento di Stato, Marie Harf, comprende tutte le questioni chiave: Gerusalemme, confini, rifugiati, coloni e sicurezza. "La cornice di accordo servirà come linea guida, non credo si possa neanche usare il termine accordo. Userei il termine 'cornice proposta' perchè a questo punto è solo una proposta di cornice", ha spiegato la Harf, parlando con i giornalisti a Washington. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza