cerca CERCA
Giovedì 06 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Notizie Flash: 1/a edizione - L'interno (7)

02 gennaio 2014 | 13.02
LETTURA: 1 minuti

Roma. "Subito risposte concrete agli italiani o il Palazzo sarà travolto". Lo dice in un'intervista a 'la Repubblica' il presidente del Senato Pietro Grasso. "L'anno appena iniziato - rimarca - ha bisogno di un'azione comune per la crescita economica e per l'occupazione. Se il Palazzo non darà risposte concrete a questi cittadini, l'attuale classe politica non avrà futuro". Per Grasso, "lavoro e occupazione devono restare al primo posto, ma per una seria politica del lavoro, la crescita è indispensabile. Poi la difesa dei diritti fondamentali, istruzione, ricerca, difesa dell'ambiente, del territorio, una nuova politica dell'inclusione , interventi seri e urgenti per la situazione delle carceri. E senza dubbio, le riforme", conclude indicando le priorità del 2014. Su questo fronte, "il tormentone" sulla riforma della legge elettorale "deve finire, soprattutto ora che la Corte ha preannunciato l'accoglimento di motivi di censura sul Porcellum. Ho sempre pensato che intanto ci si deve dotare di una legge elettorale in linea con la Costituzione vigente, salvo poi modificarla in relazione alle riforme costituzionali". E con la stessa urgenza, "ma con i tempi dettati dall'articolo 138 della Costituzione", andrà affrontata anche la riforma dello Stato. Quanto ai costi della politica, e quindi al decreto che abolisce il finanziamento pubblico, Grasso cercherà di "convincere i gruppi a calendarizzarlo al più presto. Condivido ogni passo che vada nelle direzione del risparmio sui costi diretti e indiretti della politica". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza