cerca CERCA
Domenica 02 Ottobre 2022
Aggiornato: 13:06
Temi caldi

Notizie Flash: 1/a edizione - L'interno (9)

02 gennaio 2014 | 13.02
LETTURA: 1 minuti

Roma. "Nel suo discorso alla Nazione del 31 dicembre, Napolitano ha citato alcune lettere ricevute (le meno scomode evidentemente). Ma non si è degnato di una sola parola sulla sua Terra, sui suoi conterranei che stanno morendo di tumore a causa degli sversamenti tossici da tutta Europa. Una ragione in più per non averlo visto". Lo scrive su Facebook il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, del M5S."Il Quirinale - sottolinea il grillino - ha ricevuto negli ultimi mesi circa 45 mila cartoline dalla Terra dei Fuochi. Un grido disperato dai cittadini che vivono nella mia terra, che chiedono aiuto. Per numeri credo sia il primo argomento delle missive quirinarie. Nel 1997 quando il Parlamento interrogò Schiavone e pose il segreto sui verbali della commissione, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano era ministro dell'Interno (tra l'altro nativo di Napoli!). Ed ha continuato a stare in Parlamento per il resto degli anni a seguire (c'era anche in quelli precedenti)". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza