cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 08:28
Temi caldi

Appalti Enav: Cola fa rientrare 6,5 mln da Svizzera (2)

26 marzo 2014 | 16.28
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos) - Il rientro del denaro che era depositato in una banca svizzera è ora su un conto corrente intestato al ministero della Giustizia. La restituzione è stata concordata da Cola con il pm Paolo Ielo dopo aver patteggiato la pena per uno degli episodi che l'ha visto protagonista. Sarà ora il giudice dell'udienza preliminare a dover ratificare l'accordo sull'entità della pena da infliggere.

La somma di denaro in questione era stata accumulata e poi trasferita all'estero attraverso le tangenti ricevute nell'ambito dell'assegnazione degli appalti nonchè da un giro di "mazzette" provenienti dalla società 'Arc Trade' gestita dall'uomo d'affari Marco Iannilli.

L'esitenza dei fondi ora rientati in Italia era emersa nel 2010 durante indagini che dalla Procura di Roma erano state avviate in Svizzera con la partecipazione del procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e del pubblico ministero Giovanni Bombardieri.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza