cerca CERCA
Mercoledì 17 Agosto 2022
Aggiornato: 02:31
Temi caldi

Sanita': Iss, nessuna correlazione tra vaccini e autismo

26 marzo 2014 | 16.42
LETTURA: 1 minuti

Milano, 26 mar. (Adnkronos Salute) - "La presenza di una possibile associazione causale tra vaccinazioni e autismo è stata estensivamente studiata e non è stata evidenziata alcuna correlazione". Lo afferma l'Istituto superiore di sanità in una nota pubblicata online a cura di Stefania Salmaso, direttore del Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute dell'Iss, precisando che l'Istituto "promuove, attraverso la diffusione di informazioni scientificamente corrette, un'adesione consapevole alle vaccinazioni".

Dopo le polemiche seguite all'apertura di un'inchiesta della procura di Trani sul presunto legame fra vaccino trivalente morbillo-parotite-rosolia (Mpr) e autismo, l'esperta ricorda che "anche l'ultima ricerca pubblicata nel marzo 2013 sul 'Journal of Pediatrics' conferma tale conclusione" di assenza di un legame causale, "in linea con le altre numerose evidenze scientifiche disponibili in materia".

Inoltre, in riferimento a un articolo pubblicato oggi su 'La Stampa', in cu Massimo Montinari si definisce "esperto di autismo con nomina dell'Istituto superiore della sanità", l'Iss precisa che "il dottor Montinari nel 2010 è stato chiamato dall'Iss, su indicazione di associazioni di pazienti, a partecipare al gruppo di lavoro per la stesura delle Linee guida 'Trattamento dei disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti', pubblicata nel 2011". Tuttavia Montinari "non ha condiviso i criteri e la metodologia usata e non ha sottoscritto il documento finale. Nessuno dei partecipanti al gruppo di lavoro può essere qualificato come 'esperto' o 'consulent'" dell'Iss. In particolare, fin dal 2010 è stato richiesto al dottor Montinari di modificare quanto riportato su il proprio curriculum in diversi siti web". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza