cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 07:05
Temi caldi

Spending review: Assiv, vigilantes per compensare tagli a presidi ferroviari

26 marzo 2014 | 18.07
LETTURA: 1 minuti

In stazioni e mezzi di trasporto rilevati 436 furti ogni 100 mila abitanti

Roma, 26 mar. (Adnkronos) - Il rischio di aumento dei furti nelle stazioni ferroviarie, in caso dei tagli della spending review ai commissariati della polfer e ai presìdi dei carabinieri, potrà essere ridotto grazie all'impiego delle guardie giurate private come previsto dalla legge. Lo sottolinea, in una nota, L'Assiv-Confindustria (Associazione italiana vigilanza e servizi fiduciari), rilevando che ''i furti su treni, stazioni, aeroporti e metropolitane sono ammontati a 436,4 ogni 100mila abitanti, secondo i dati più recenti rilevati dalle Forze di polizia, e sono molto più numerosi rispetto ai 223,4 furti consumati nei luoghi all'aperto e ai 373,3 avvenuti nei locali pubblici''.

L'associazione di Confindustria rappresentativa degli istituti di vigilanza ricorda che dal 2005, con il decreto n. 144 che ha introdotto misure urgenti per il contrasto del terrorismo internazionale, è previsto l'affidamento del presidio sui luoghi di transito a istituti di vigilanza privata, che potranno quindi adempiere al ruolo di forza di sicurezza sussidiaria anche in caso dell'ipotizzata riduzione di 73 commissariati della polizia ferroviaria e di 8 stazioni e presidi dei carabinieri presso aeroporti e scali ferroviari, nell'ambito del programma di riduzione della spesa pubblica. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza