cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 20:54
Temi caldi

Riforme: Naccarato a Renzi, non basta fare in fretta, bisogna fare bene

26 marzo 2014 | 15.40
LETTURA: 1 minuti

Roma, 26 mar. (Adnkronos) - ''#matteorenzimiconsenta, da cossighiano ortodosso, sostenitore convinto del governo e delle riforme, richiamare la sua attenzione sulla necessità di avere maggiore dedizione verso il Senato della Repubblica. Altrimenti tutto si fa terribilmente più difficile con possibili sorprese e delusioni. Tanto più che non vi è affatto una pregiudiziale ostilità alle grande stagione delle riforme, anzi. Ma in tanti ritengono che non basta fare in fretta, bisogna fare soprattutto bene e dunque i contenuti sono fondamentali: testi ineccepibili sul piano costituzionale e tecnico-giuridico tolgono argomenti ed alibi ai disfattisti che sono ovunque, benchè minoritari''. Lo dichiara Paolo Naccarato, responsabile di Ncd per la riforma dello Stato.

''Ci vuole allora, #matteorenzimiconsenta, una maggiore paziente moral suasion a partire dal merito, per coinvolgere e non costringere. La scommessa delle riforme riguarda tutti, nessuno escluso, non si può assolutamente perdere e dunque confronto, dialogo e disponibilità devono essere la bussola per tutti, nervi saldi. E del resto non è neppure ipotizzabile, su modifiche della Costituzione, pensare di porre la fiducia sui testi'', avverte.

''Le riforme vanno fatte a tutti i costi, anche attraverso azioni dirompenti se necessario, anche perchè tutti sappiamo che dopo Renzi i rischi che l'Italia corre si chiamano Troika, modello Grecia, intervento del Fmi, che avanzerebbero a grandi passi. Ncd è in prima linea anche su questo fondamentale tema e scommette che con il paziente contributo di tutti si arriverà all'approvazione di riforme epocali per il nostro Paese che spingeranno fortemente verso un radicale cambiamento'', conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza