cerca CERCA
Lunedì 08 Agosto 2022
Aggiornato: 05:57
Temi caldi

Lavoro: Openjobmetis, per ripresa serve mente lucida (2)

27 marzo 2014 | 13.37
LETTURA: 1 minuti

(Adnkronos/Labitalia) - A livello nazionale, la percentuale dei molti preoccupati scende di 9 punti percentuali (34%). A Bergamo la sfiducia si fa sentire soprattutto se si pensa al domani della propria azienda: appena il 30% degli imprenditori bergamaschi, infatti, è ottimista (contro il 44% del dato nazionale). I due punti di vista, locale (al 32% a Bergamo) e nazionale (al 34% in Italia), trovano un punto di incontro nelle attese per la situazione economica italiana: accumunate da una sfiducia diffusa.

Circa il 60% delle imprese, sia a livello nazionale sia in provincia di Bergamo, ritiene che il fatturato del 2014 sarà in linea con quello del 2013, ma le attese complessive rimandano a un saldo negativo. A Bergamo, il 20% degli imprenditori (il 25% in Italia) prevede per quest'anno un calo del fatturato e solo il 7% (l'11% in Italia) stima una crescita.

Dal punto di vista dell'occupazione, il 4% delle imprese della provincia lombarda e di quelle italiane esprime la volontà di assumere personale nel prossimi 6 mesi, perlopiù con contratti a tempo determinato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza