cerca CERCA
Martedì 09 Agosto 2022
Aggiornato: 23:34
Temi caldi

Lavoro: Servidori, ddl su dimissioni in bianco ennesima battaglia demagogica

27 marzo 2014 | 17.45
LETTURA: 1 minuti

Roma, 27 mar. (Adnkronos/Labitalia) - "Non condivido personalmente il ddl sulle cosiddette dimissioni in bianco perché rischia ancora una volta di essere una pura battaglia politica e demagogica contro la norma che in pochi anni ha visto contrapposizioni politiche e scorribande a danno delle lavoratrici e non a salvaguardia di esse". Lo dichiara la consigliera nazionale di parità, Alessandra Servidori.

"Infatti non si tratta di disposizioni per la risoluzione consensuale del contratto di lavoro per dimissioni volontarie (che comunque per le lavoratrici madri e i lavoratori vengono accertate dal procedimento previsto già dal Testo unico 151/2001, poi rafforzato dalla legge 92/2012), ma si tratta della reintroduzione dei moduli numerati (validi 15 giorni) e resi disponibili dagli uffici territoriali del lavoro che già da ora insieme agli ispettori dunque pubblici ufficiali, sono chiamati comunque a vigilare sulle dimissioni per le lavoratrici e i lavoratori", aggiunge Servidori.

Per la consigliera, sul fenomeno delle dimissioni in bianco esistono poche certezze: "I soli dati certi e non giornalistici sono disponibili dal Rapporto annuale che proprio il 15 aprile presenteremo come ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, relativi al 2013. Questo lavoro vede impegnate anche le consigliere di parità a fianco degli ispettori proprio a tutela della prevenzione delle discriminazioni. E' indubbio che il fenomeno delle dimissioni in generale sia presente ma è da addebitarsi principalmente alla crisi economica che è evidente e alla situazione sociale che ancora molto grave e non di facile soluzione". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza