cerca CERCA
Mercoledì 17 Agosto 2022
Aggiornato: 21:41
Temi caldi

Pesca: al via progetto 'Ready Med Fish', nuova risorsa per Mediterraneo

27 marzo 2014 | 17.32
LETTURA: 1 minuti

Roma, 27 mar. (Adnkronos/Labitalia) - Creare nuove opportunità di lavoro e di impresa nel Mediterraneo rivalutando e diversificando l'attività di uno dei settori più antichi e tradizionali: la piccola pesca artigianale. E' uno dei principali obiettivi del progetto 'Ready Med Fish, Requalification of Employment And Diversification for Youth in the Mediterranean', co-finanziato dal programma europeo 'Enpi Cbc Med - Cross-Border Cooperation in the Mediterranean', che mira a rafforzare la cooperazione tra l'Unione europea e i le regioni dei Paesi partner lungo le sponde del Mediterraneo, e che si è aperto a Bari.

Ministeri e associazioni di Italia, Egitto, Libano e Tunisia in una partnership guidata da Lega Pesca saranno al lavoro per 24 mesi per implementare un programma di riqualificazione che punta sulla sfida di valorizzare la pesca come risorsa multifunzionale che, attraverso l'avvio di nuove attività (pescaturismo, ittiturismo, prima lavorazione e vendita diretta, ristorazione, servizi ambientali), può dare grande contributo alla crescita delle economie costiere del bacino. In particolare la piccola pesca, che vanta lungo tutto le coste del Mediterraneo una estesissima presenza.

Protagonisti per l'Italia sono Regione Puglia e Lega Pesca, che coordina il progetto. Gli altri partner sono per l'Egitto, l'Autorità generale per lo sviluppo delle risorse ittiche e la National Union Cooperative Fish Resources; per il Libano, il ministero dell'Agricoltura-Department for Fisheries and Wildlife e la Cooperative Association for Fishery in Sahil Khairazane; per la Tunisia, la direzione generale per la pesca e l'acquacoltura e il Fishery Development Group. Infine, lo Iam-B, l'Istituto agronomico mediterraneo di Bari (struttura operativa italiana del Ciheam) a titolo di organizzazione internazionale coinvolta nel progetto. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza